Irchelpark



Internet è una fonte inesauribile di conoscenza, anche quando si tratta di Irchelpark. Secoli e secoli di conoscenza umana su Irchelpark sono stati riversati, e vengono tuttora riversati, nella rete, ed è proprio per questo che è così difficile accedervi, poiché possiamo trovare luoghi in cui la navigazione può essere difficile o addirittura impraticabile. La nostra proposta è che non naufraghiate in un mare di dati riguardanti Irchelpark e che possiate raggiungere tutti i porti della saggezza in modo rapido ed efficiente.

Con questo obiettivo in mente, abbiamo fatto qualcosa che va oltre l'ovvio, raccogliendo le informazioni più aggiornate e meglio spiegate su Irchelpark. Abbiamo anche organizzato il sito in modo da renderlo facilmente leggibile, con un design minimalista e piacevole, assicurando la migliore esperienza d'uso e il più breve tempo di caricamento. Vi rendiamo tutto più semplice, in modo che l'unica cosa di cui dobbiate preoccuparvi sia imparare tutto su Irchelpark! Quindi, se pensate che abbiamo raggiunto il nostro scopo e sapete già quello che volevate sapere su Irchelpark, ci piacerebbe riavervi in questi mari calmi di sapientiait.com ogni volta che la vostra fame di conoscenza si risveglia.

L' Archivio di Stato e il campus dell'Università di Zurigo a Oberstrass , a sinistra il Museo Antropologico

L' Irchelpark è stato inaugurato nel 1986 come parco naturale paesaggistico e oasi di relax nella città di Zurigo .

Posizione

Il parco è uno spazio verde per il grande pubblico e l'università nella Oberstrass e Unterstrass distretti di Zurigo , vale a dire l'Irchel esterna posizione del l' Università di Zurigo , gli edifici dei quali sono stati integrati nel paesaggio parco. Anche l'Archivio di Stato del Cantone di Zurigo occupa un edificio più ampio ai margini della zona universitaria. Gli ampi impianti sportivi dell'Università e dell'ETH di Zurigo sono stati in gran parte costruiti nel sottosuolo e sono appena percettibili come parte del concetto generale.

Una scala a terrazza di ampie dimensioni su Winterthurerstrasse serve come accesso al terreno dell'Università di Zurigo Irchel, per cui il cavalcavia è protetto dal parco per i visitatori in modo tale da passare inosservato. Una pista a pinne corre intorno alla parte inferiore dell'area del parco . Il parco ha accesso diretto agli impianti sportivi dell'Università e dell'ETH di Zurigo. L'Archivio di Stato di Zurigo e il Museo di Antropologia si trovano nel campus . A sud del parco si trova il ristorante Neubühl,

Con le linee del tram 7, 9, 10 e 14 o le linee degli autobus 39, 69, 72 e 83, il parco è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici.

storia

Nel 1962, la scienza naturale facoltà di l' Università di Zurigo ha proposto di concentrare alcuni istituti universitari in una filiale sul territorio Strickhof sul bordo occidentale della Zürichberg al fine di migliorare l'utilizzo delle sinergie e risparmiare sui costi . Nel 1973, quando l' ETH di Zurigo aveva già inaugurato un progetto simile sull'Hönggerberg nel 1963 , iniziarono i lavori di costruzione e nel 1979 fu aperta al pubblico l' Università di Zurigo Irchel .

L'area precedentemente utilizzata dalla scuola agraria Strickhof doveva servire come area ricreativa locale nella zona inferiore a Milchbuck, nonostante la nuova sede dell'università , che era stata specificata in dettaglio nel concorso per l'area del parco Irchelpark, insieme ad altri requisiti di pianificazione paesaggistica .

Nel giugno 1978 la giuria del concorso decise tra 13 progetti per il progetto comune "Terra" di ASP Atelier Stern und Partner e Eduard Neuenschwander . Stern und Partner ha assunto il progetto della parte superiore orientale e quindi la parte confinante con il campus universitario, Neuenschwander la parte occidentale, inferiore del paesaggio del parco attuale, con il lago centrale e le colline e i comuni che separano il parco dal quartiere . Il design quasi naturale è stato sottolineato dall'uso della vegetazione autoctona come continuazione naturale dello Zürichbergwald verso Milchbuck. Dal 1979 al 1986 l'Irchelpark è stato progettato e realizzato nei minimi dettagli sotto la supervisione del Cantone di Zurigo .

Concezione di un parco quasi naturale

La concezione del parco incontrò inizialmente resistenza. Negli anni '60 e '70, i parchi dovevano ancora essere rigorosamente ordinati, con viali ombreggiati e terrazze livellate, prati ben curati e preferibilmente aiuole, arbusti ornamentali esotici e alberi perfettamente tagliati. La prima resistenza è stata espressa pubblicamente nel trimestre quando il profilo del muro di terra, che avrebbe dovuto servire da protezione dal rumore, è stato portato alla luce nella parte inferiore del sito presso la fermata del tram e dell'autobus di Milchbuck. La catena montuosa è stata percepita dai residenti come un "muro inquietante". I reclami potrebbero essere evitati riducendo l'altezza del muro di 50 centimetri. I progettisti hanno quindi intensificato il lavoro di pubbliche relazioni con i residenti e le associazioni nei quartieri vicini al fine di incorporare le loro idee nella concezione più dettagliata. Al posto degli scivoli e delle altre classiche possibilità di gioco per i bambini, sono stati costruiti un castello morenico , un parco giochi a lago con sabbia e nascondigli di massi adatti ai bambini piccoli , e lungo il lago sono stati creati dei focolari con legna messa a disposizione.

Durante la fase di costruzione, si è scoperto che il parco doveva soddisfare altre esigenze pubbliche: queste includevano un grande sistema di protezione civile e una centrale elettrica, entrambe per lo più costruite nel sottosuolo, nonché un deposito dei vigili del fuoco che alla fine non è stato costruito. Ma anche le grandi strutture sportive delle due università con sale per lo più sotterranee, campi da tennis, muro di arrampicata e pista finlandese integrata nel paesaggio del parco sono state armonizzate con l'esigenza di spazi verdi e spazi ricreativi. Il parco è stato inaugurato nel 1986.

Area del parco

In contrasto con gli edifici moderni dell'università e l'area densamente popolata intorno al Milchbuck, nel parco sono stati utilizzati materiali da costruzione naturali e vegetazione selvaggia. Nella parte inferiore del parco si trova un lago creato artificialmente con pesci, uccelli acquatici e un belvedere, che allo stesso tempo delimita visivamente il terreno universitario. Il progetto del parco comprende anche i cortili interni degli edifici universitari e l'ampio asse di accesso tra gli edifici. Le opere d'arte, tra le altre di Albert Cinelli , Florin Granwehr , Wolfgang Häckel , Gottfried Honegger e Roland Hotz , fanno parte del parco.

L'Irchelpark, compresi gli edifici universitari nella zona orientale più alta, copre un'area di circa 44 ettari . Un parco così grande non veniva costruito in Svizzera da decenni. L'area effettiva del parco è di circa 32 ettari, con le acque del parco che occupano circa un quinto della superficie totale. Le catene di colline proteggono il parco dalle strade ad alto inquinamento, in particolare l'uscita / ingresso e il bivio dell'autostrada nell'area del tunnel Milchbuck. Sono progettati nel sito e creano così spazi paesaggistici differenziati.

La maggior parte delle aree verdi sono prati poveri, che tendono a diventare prati grassi a causa del sottosuolo ricco di sostanze nutritive . Le siepi e gli alberi sono piantati principalmente nelle zone marginali come protezione aggiuntiva contro le immissioni, per cui le latifoglie e le conifere autoctone fungono da contrappunti nel parco, allentate e integrate da massi. Nel mezzo, la natura conserva il suo spazio grazie alle piccole piante che crescono qui. Il laghetto è circondato da una cintura di canneti e fitte siepi, dietro le quali scorrono ruscelli che si raggiungono su strette strade sterrate. In mezzo c'è una rete di sentieri pedonali.

Il livello dell'acqua del lago è regolato. Un problema è l'alimentazione degli uccelli acquatici, da cui deriva una sovrappopolazione di anatre e gabbiani , che a sua volta porta all'inquinamento delle acque e ad una popolazione ittica eccessiva. In quest'area non c'è equilibrio ecologico e autoregolante: non ci sono segnali di divieto a Irchelpark e l'alimentazione degli animali non è vietata.

letteratura

link internet

Commons : Irchelpark  - Raccolta di immagini, video e file audio

Prove individuali

  1. Parco e aree verdi  ( pagina non più disponibile , ricerca negli archivi webInfo: Il collegamento è stato automaticamente contrassegnato come difettoso. Si prega di controllare il collegamento in base alle istruzioni e quindi rimuovere questo avviso. . Sito web della città di Zurigo, città verde di Zurigo. Estratto il 26 luglio 2010.@ 1@ 2Modello: Toter Link / www.stadt-zuerich.ch  
  2. sito del Museo Antropologico dell'Università di Zurigo ( Memento del l' originale dal 23 Luglio 2010 nella Internet Archive ) Info: Il dell'archivio collegamento è stato inserito automaticamente e non è stata ancora verificata. Controllare l'originale e il collegamento all'archivio secondo le istruzioni, quindi rimuovere questo avviso. , visitato il 26 giugno 2010  @ 1@ 2Modello: Webachiv / IABot / www.aim.uzh.ch
  3. Neue Zürcher Zeitung (21 luglio 2009): La vita dei parchi: Irchelpark: Crescita selvaggia e architettura nei regni urbani, accesso 26 giugno 2010
  4. ^ Sito web dell'Università di Zurigo: Storia , accesso 26 giugno 2010
  5. 150 anni di Strickhof ( ricordo del 23 novembre 2009 in Internet Archive )
  6. a b c d e Magazine Uni Zurich - Bulletin ETHZ - Article Irchelpark Natural Garden - "a misunderstanding", consultato il 26 agosto 2006

Opiniones de nuestros usuarios

Ada Bassi

Pensavo di sapere già tutto sulla Irchelpark, ma in questo articolo ho scoperto che alcuni dei dettagli che pensavo fossero buoni non erano così buoni. Grazie per le informazioni

Eleonora Brambilla

Grande post su Irchelpark, Grande post su Irchelpark

Augusto Barone

Questo post su Irchelpark mi ha fatto vincere una scommessa, cosa meno per lasciare un buon punteggio per esso., L'informazione su Irchelpark mi ha fatto vincere una scommessa, cosa meno per lasciare un buon punteggio per esso., Corretto