Castello di Karltejn



Internet è una fonte inesauribile di conoscenza, anche quando si tratta di Castello di Karltejn. Secoli e secoli di conoscenza umana su Castello di Karltejn sono stati riversati, e vengono tuttora riversati, nella rete, ed è proprio per questo che è così difficile accedervi, poiché possiamo trovare luoghi in cui la navigazione può essere difficile o addirittura impraticabile. La nostra proposta è che non naufraghiate in un mare di dati riguardanti Castello di Karltejn e che possiate raggiungere tutti i porti della saggezza in modo rapido ed efficiente.

Con questo obiettivo in mente, abbiamo fatto qualcosa che va oltre l'ovvio, raccogliendo le informazioni più aggiornate e meglio spiegate su Castello di Karltejn. Abbiamo anche organizzato il sito in modo da renderlo facilmente leggibile, con un design minimalista e piacevole, assicurando la migliore esperienza d'uso e il più breve tempo di caricamento. Vi rendiamo tutto più semplice, in modo che l'unica cosa di cui dobbiate preoccuparvi sia imparare tutto su Castello di Karltejn! Quindi, se pensate che abbiamo raggiunto il nostro scopo e sapete già quello che volevate sapere su Castello di Karltejn, ci piacerebbe riavervi in questi mari calmi di sapientiait.com ogni volta che la vostra fame di conoscenza si risveglia.

Castello di Karltejn
Castello di Karltejn - Karltejn - panoramio.jpg
Stato : Repubblica Ceca (CZ)
Posizione: Karlstejn
Tempo di creazione : 1348
Tipo di castello : Castello in collina
Stato di conservazione: Parti essenziali conservate
Posizione geografica: 49°56'  N , 14°11'  E
Altitudine: 305  m nm
Castello di Karltejn (Repubblica Ceca)
Castello di Karltejn

Il castello di Karltejn (tedesco (Burg) Karlstein e (Burg) Carlstein , ceco anche Karlv Týn ) si trova nel comune di Karltejn a circa 30 km a sud-ovest di Praga nella Repubblica Ceca . Il castello di poggio è stato costruito da imperatore Carlo IV e, dopo il completamento, ospitava la regalia del del Sacro Romano Impero fino 1421 .

storia

Il castello di Karlstein fu fondato nel 1348 da Carlo IV dopo essere stato eletto per la prima volta re romano-germanico (l'incoronazione imperiale non fu effettuata fino al 1355).

E 'stata presentata come un tesoro di del insegne imperiali del del Sacro Romano Impero e l'enorme collezione di reliquie di Carlo IV. Ci vollero dieci anni perché le mura più importanti restassero in piedi, la costruzione della Cappella della Santa Croce durò fino al 1365. Le mura esterne avrebbero dovuto resistere ai tentativi di conquista, ma le insegne imperiali furono evacuate nelle guerre hussite intorno al 1421 e portate a Norimberga via Ungheria.

Il castello passò per la prima volta nel 1422 quando la fazione praghese degli hussiti lo assediò senza successo. In questo cinque trabucchi 9032 pietre, 1822 con botti riempite di liquame e 22 botti con fuoco nel castello gettate. Gli effetti del letame potrebbero essere mitigati dalla calce viva . Sono state utilizzate anche lattine di pietra . Le palline, realizzate in pietra calcarea disponibile localmente, si sono rivelate troppo morbide per lo spessore delle pareti del castello, tanto che alla fine anche le colonne di pietra delle chiese di Praga sono state trasformate in palle.

Dal 1498 al 1526, Zdeniek Lev von Rosental fu nominato prima burgravio e poi Oberstburggrafen. Alla fine del XVI secolo, per ordine dell'imperatore Rodolfo II, le mura esterne furono fortificate e nuovamente rinnovate. Nel 1619 i restanti tesori dell'incoronazione boema furono portati a Praga con l'archivio. Nella disputa tra il re invernale boemo (27 agosto 1619 - 8 novembre 1620) Friedrich von der Pfalz e gli Asburgo , l'occupazione consegnò il castello senza combattere a Ferdinando II nel 1620 , imperatore romano dal 28 agosto 1619. Nel 1648 fu conquistata dalla Svezia. Il castello stava lentamente cadendo in rovina. Solo verso la metà del XIX secolo l' imperatore Francesco II e suo figlio Ferdinando fecero ristrutturare il castello.

Il castello assunse l'aspetto attuale dopo i lavori di ristrutturazione, durati dal 1887 al 1899. I piani provengono dall'architetto Friedrich von Schmidt , ma furono poi modificati da Josef Mocker , che si occupò anche della ricostruzione.

I vicini villaggi Budany e Pouník furono uniti nel 1952 per formare il comune di Karltejn .

Descrizione del castello

Le singole parti del castello sono ad altezze diverse per chiarire il significato. Il simbolo del castello è la Grande Torre, la cui pianta è lunga 25 e 17 metri ai lati. Il muro è spesso quattro metri, il lato settentrionale sette metri. L'edificio principale è la Cappella della Santa Croce. Il soffitto gotico della cappella proviene dal pittore di corte Carlo IV, Maestro Teodoro . I dipinti rappresentano l'"Esercito Celeste".

Il castello non ha un pozzo naturale . I minatori di Kutná Hora hanno scavato un pozzo profondo 80 metri per un pozzo del castello , ma non hanno trovato l'acqua. Per questo motivo, l'acqua del vicino torrente Budanský veniva immessa in una cisterna . Questo punto debole in caso di assedio era tenuto segreto.

letteratura

  • Franz Auge (ed.): Descrizione del castello reale imperiale Karlstein in Boemia. 2a edizione migliorata e ampliata. Gerzabek, Praga 1819, digitalizzato .
  • Jan Bonk, Thomás Bonk: Karlstein. Eminent Verlag, Praga 2007, ISBN 978-80-7281-317-9 .
  • Vinzenz Chyský: Karlstein. Storia e guida del castello. Orbis, Praga 1936.
  • Frank Dengler: Karlstein e Vincennes - due castelli del tardo medioevo come simboli di potere a confronto. In: Hartmut Hofrichter (a cura di): Il castello - un fenomeno storico-culturale. Theiss, Stoccarda 1994, ISBN 3-8062-1134-5 (= pubblicazioni della Deutsche Burgenvereinigung eV, serie B, pubblicazioni Volume 2 e numero speciale Burgen und Schlösser ), pp. 75-85.
  • Michael Eschborn: Karlstein. L'enigma del castello di Carlo IV Casa editrice Urachhaus, Stoccarda 1971, ISBN 3-87838-146-8 .
  • Jií Fajt, Jan Royt: Magister Theodoricus, pittore di corte dell'imperatore Carlo IV Gli arredi artistici delle sale sacre del castello di Karlstein (mostra Praga, Monastero di Sant'Agnese, 12 novembre 1997 - 26 aprile 1998). National Gallery, Praga 1997, ISBN 80-7035-162-4 (edizione tedesca molto ridotta del catalogo della mostra ceca).
  • Frantiek Fier: Karltejn. Vzájemné vztahy tí karltejnských kaplí. Karmelitánské Nakladatelství, Kostelní Vydí 1996, ISBN 80-7192-169-6 (riassunto in tedesco: Karltejn - relazioni reciproche tra le tre cappelle di Karltejn ).
  • Joseph Neuwirth: pitture murali medievali e dipinti su tavola del castello di Karlstein in Boemia (= ricerca sulla storia dell'arte in Boemia. Volume 1, ZDB -ID 538768-1 ). Calve, Praga 1896.

Guarda anche

link internet

Commons : castello di Karltejn  - raccolta di immagini, video e file audio

Evidenze individuali

  1. týn è un luogo delimitato, vedi il distretto di Praga Týn (tedesco: Thein ) e la parola inglese town (tedesco: città )
  2. identico alla foto meno riconoscibile del 1870
  3. Bernhard Rathgen : La pistola nel Medioevo. Berlino 1928, pagina 368.
  4. Nicolai Guleke : Chirurgia di guerra e chirurghi di guerra attraverso i secoli. Gustav Fischer, Jena 1945, p.5.
  5. Rathgen 1928, pagina 369.

Opiniones de nuestros usuarios

Giulio Maggi

Questo post su Castello di Karltejn mi ha fatto vincere una scommessa, cosa meno per lasciare un buon punteggio per esso., L'informazione su Castello di Karltejn mi ha fatto vincere una scommessa, cosa meno per lasciare un buon punteggio per esso., Corretto

Giuseppa Vitali

Questa voce su Castello di Karltejn mi ha aiutato a completare il mio lavoro per domani all'ultimo minuto. Mi vedevo già tornare su Wikipedia, cosa che l'insegnante ci proibisce di fare. Grazie per avermi salvato

Silvia Di Stefano

L'informazione su Castello di Karltejn è molto interessante e affidabile, come il resto degli articoli che ho letto finora, che sono già molti, perché sto aspettando da quasi un'ora il mio appuntamento su Tinder e lui non si presenta, quindi penso che mi abbia dato buca. Colgo l'occasione per lasciare qualche stella per la compagnia e per cagare sulla mia fottuta vita

Alfio Parodi

Mi ha colpito questo articolo sulla Castello di Karltejn, è divertente come le parole siano ben misurate, è come... elegante, Finalmente un articolo sulla Castello di Karltejn