Bruno Giacometti



Internet è una fonte inesauribile di conoscenza, anche quando si tratta di Bruno Giacometti. Secoli e secoli di conoscenza umana su Bruno Giacometti sono stati riversati, e vengono tuttora riversati, nella rete, ed è proprio per questo che è così difficile accedervi, poiché possiamo trovare luoghi in cui la navigazione può essere difficile o addirittura impraticabile. La nostra proposta è che non naufraghiate in un mare di dati riguardanti Bruno Giacometti e che possiate raggiungere tutti i porti della saggezza in modo rapido ed efficiente.

Con questo obiettivo in mente, abbiamo fatto qualcosa che va oltre l'ovvio, raccogliendo le informazioni più aggiornate e meglio spiegate su Bruno Giacometti. Abbiamo anche organizzato il sito in modo da renderlo facilmente leggibile, con un design minimalista e piacevole, assicurando la migliore esperienza d'uso e il più breve tempo di caricamento. Vi rendiamo tutto più semplice, in modo che l'unica cosa di cui dobbiate preoccuparvi sia imparare tutto su Bruno Giacometti! Quindi, se pensate che abbiamo raggiunto il nostro scopo e sapete già quello che volevate sapere su Bruno Giacometti, ci piacerebbe riavervi in questi mari calmi di sapientiait.com ogni volta che la vostra fame di conoscenza si risveglia.

Bruno Giacometti (nato il 24 agosto 1907 a Borgonovo vicino a Stampa , ora parte della Bregaglia ; 21 marzo 2012 a Zollikon ) è stato un architetto svizzero . Tra l'altro, ha svolto un ruolo chiave nella costruzione dell'Hallenstadion di Zurigo ed è stato l'architetto del municipio di Uster .

carriera

Bruno Giacometti è cresciuto a Stampa in Bregaglia nel sud dei Grigioni come il più giovane di quattro figli del pittore Giovanni Giacometti e di sua moglie Annetta Stampa (1871-1964). Il suo padrino fu il pittore svizzero Ferdinand Hodler . Il fratello maggiore Alberto Giacometti raggiunse la fama mondiale con le sue sculture, disegni e dipinti.

Dal 1926 al 1930 studiò architettura all'ETH di Zurigo , dopodiché lavorò nello studio di architettura di Karl Egender fino al 1939 . Dal 1940 ha un proprio ufficio a Zurigo.

Tra il 1955 e il 1965 Bruno Giacometti ha partecipato alla progettazione di diverse mostre al Kunsthaus Zürich e alla costituzione della Fondazione Alberto Giacometti, che ha sede nel Kunsthaus. L'opera di Alberto Giacometti ha ricevuto un proprio spazio nella Kunsthaus per dono di Bruno Giacometti, che insieme alla moglie Odette ha donato alla Fondazione Alberto Giacometti due grandi gruppi di opere contenenti sculture, dipinti ad olio e disegni del fratello. Un'altra donazione conteneva 75 gessi originali e 15 sculture in bronzo.

Edifici più importanti important

Gli edifici più importanti che ha realizzato dal 1940, principalmente nei cantoni di Zurigo e Grigioni, comprendono una serie di case unifamiliari, aree residenziali, centri scolastici e comunitari, uffici postali, ospedali ed edifici espositivi. Una selezione delle opere più importanti:

come dipendente dell'ufficio Egender:

proprio lavoro:

  • 1951-1952: Padiglione svizzero alla Biennale di Venezia
  • 19581959: Dogana, Castasegna (convertito da Armando Ruinelli )
  • 19671971: prima chiesa ecumenica della Svizzera nell'area dell'Epi-Klinik Zurigo
  • Complessi residenziali in Bregaglia per il personale delle centrali elettriche Bregaglia (Città di Zurigo) a Castasegna (insediamento Brentano ) ea Vicosoprano , scuola Stampa, ufficio postale Maloja .
  • Zurigo: Istituto di igiene (medicina preventiva), ampliamento del Kunsthaus Zurich.
  • Casa di città di Uster
  • Ospedale distrettuale Dielsdorf
  • Bündner Naturmuseum a Chur

Nel 1945 ha costruito una casa del medico con studio e spazio abitativo in Bahnstrasse 33 a Uster. L'edificio colpisce per la sua pianta a forma di T, che è servita da modello per la casa di città di Uster. Il complesso del municipio di Uster, con i suoi ampi spazi esterni, è stato incluso nell'inventario degli edifici di Uster meritevoli di protezione.

Bruno Giacometti ha raggiunto la sua svolta internazionale con il progetto vincitore del concorso per la costruzione del padiglione svizzero per la Biennale di Venezia nel 1951/52. Per Giacometti, la registrazione olistica di un compito edilizio significava che la ricerca della forma doveva essere collegata alla funzione che un edificio doveva svolgere.

Palazzi di Giacometti

Onori e premi

letteratura

link internet

Commons : Bruno Giacometti  - raccolta di immagini, video e file audio

Evidenze individuali

  1. È morto Bruno Giacometti, architetto e mecenate Articolo online di Südostschweiz del 21 marzo 2012
  2. Sulla morte dell'architetto Bruno Giacometti ( Memento del 24 settembre 2015 in Internet Archive )

Opiniones de nuestros usuarios

Antonia D'andrea

L'articolo sulla Bruno Giacometti è completo e ben spiegato. Non toglierei o aggiungerei una virgola, L'articolo su Bruno Giacometti è completo e ben spiegato

Rossella Costa

In questo post sulla Bruno Giacometti ho imparato cose che non sapevo, quindi ora posso andare a letto

Paolo Galli

È sempre bene imparare. Grazie per l'articolo su Bruno Giacometti