Benoît Violier



Internet è una fonte inesauribile di conoscenza, anche quando si tratta di Benoît Violier. Secoli e secoli di conoscenza umana su Benoît Violier sono stati riversati, e vengono tuttora riversati, nella rete, ed è proprio per questo che è così difficile accedervi, poiché possiamo trovare luoghi in cui la navigazione può essere difficile o addirittura impraticabile. La nostra proposta è che non naufraghiate in un mare di dati riguardanti Benoît Violier e che possiate raggiungere tutti i porti della saggezza in modo rapido ed efficiente.

Con questo obiettivo in mente, abbiamo fatto qualcosa che va oltre l'ovvio, raccogliendo le informazioni più aggiornate e meglio spiegate su Benoît Violier. Abbiamo anche organizzato il sito in modo da renderlo facilmente leggibile, con un design minimalista e piacevole, assicurando la migliore esperienza d'uso e il più breve tempo di caricamento. Vi rendiamo tutto più semplice, in modo che l'unica cosa di cui dobbiate preoccuparvi sia imparare tutto su Benoît Violier! Quindi, se pensate che abbiamo raggiunto il nostro scopo e sapete già quello che volevate sapere su Benoît Violier, ci piacerebbe riavervi in questi mari calmi di sapientiait.com ogni volta che la vostra fame di conoscenza si risveglia.

Benoît Patrick David Violier (nato il 22 agosto 1971 a Saintes , Charente-Maritime , Francia ; 31 gennaio 2016 a Crissier , Svizzera ; autorizzato a vivere lì ) era uno chef franco-svizzero . Nel 2012 ha assunto da Philippe Rochat la gestione del Restaurant de l'Hôtel de Ville a Crissier .

carriera

Da bambino, Benoît Violier ha scoperto la gioia di cucinare. Dal 1987 al 1990 ha svolto un doppio apprendistato come cuoco e pasticcere-cioccolatiere sotto la guida del suo maestro Didier Stéphan. Dopo aver completato il suo apprendistato, ha acquisito esperienza a Bordeaux , Tolosa e Senlis . Nel 1991 è stato attratto dai grandi chef francesi a Parigi . Era uno studente di Joël Robuchon , Frédy Girardet e Philippe Rochat. Ha lavorato sotto Benoît Guichard, Bruno Gricourt, Sylvain Knecht, Jean Phillipon, Frédéric Anton ed Eric Bouchenoire.

Nel 1996 si trasferisce all'omonimo ristorante di Frédy Girardet , insignito di tre stelle Michelin , a Crissier vicino a Losanna . Rimase con il ristorante quando fu venduto a Philippe Rochat quello stesso anno e gli fu dato il nome di Restaurant de l'Hôtel de Ville . Nel 1999 è diventato capo chef e l'anno successivo è stato insignito del titolo di Meilleur Ouvrier de France (Miglior Artigiano in Francia).

Nell'aprile 2012, Benoît Violier ha assunto la gestione del ristorante insieme a sua moglie Brigitte. Dopo l'acquisizione, il ristorante è stato immediatamente premiato con tre stelle Michelin, che detiene dal 1998.

Violier è morto suicida alla fine di gennaio 2016 all'età di 44 anni . Ha lasciato sua moglie e un figlio.

Sua moglie Brigitte Violier ha annunciato che avrebbe continuato a gestire il ristorante. Da allora Franck Giovannini è lo chef lì .

Premi

  • 2000: Meilleur Ouvrier de France (miglior artigiano in Francia)
  • 2012: 3 stelle ( Guida Michelin )
  • 2012: 19 punti ( Gault-Millau )
  • 2012: Chef dell'anno (Gault-Millau)
  • 2015: 1 ° posto "Mille tables d'exception" (miglior indirizzo al mondo)
  • 2016: 9 ° posto tra i 100 migliori chef del mondo (Le Chef)

link internet

Prove individuali

  1. un b Fondation Grand Prix Joseph Favre ( Memento del l' originale datata 2 Febbraio 2016 in Internet Archive ) Info: Il dell'archivio collegamento è stato inserito automaticamente e non è stata ancora verificata. Controllare l'originale e il collegamento all'archivio secondo le istruzioni, quindi rimuovere questo avviso. , Estratto da Internet, Registro delle imprese del Basso Vallese, consultato il 1 ° febbraio 2016.  @ 1@ 2Modello: Webachiv / IABot / vs.powernet.ch
  2. Urs Bühler: Necrologio del cuoco Benoît Violier. Più di una stella è morta. In: Neue Zürcher Zeitung dal 1 ° febbraio 2016.
  3. Geni JP: Benoît Violier, maître ès gibiers . Le Magazine du Monde , 22 ottobre 2015, accesso 1 febbraio 2016.
  4. Questo è lo chef dell'anno 2013 . Tages-Anzeiger , 9 ottobre 2012, accesso 1 febbraio 2016.
  5. a b Andrea Kucera: Morte di un grande ristoratore. "Benoît Violier sembrava inviolabile" In: Neue Zürcher Zeitung dal 1 ° febbraio 2016.
  6. restaurant-ranglisten.de: Brigitte Violier continuerà a gestire il Restaurant de L'Hôtel de Ville
  7. 100 boss . ( Memento del l' originale dal 1 febbraio 2016 in Internet Archive ) Info: Il dell'archivio collegamento è stato inserito automaticamente e non ancora verificata. Controllare l'originale e il collegamento all'archivio secondo le istruzioni, quindi rimuovere questo avviso. LeChef.com, 19 gennaio 2016 (pdf; 4,7 MB). 528 chef stellati scelgono i 100 migliori chef . restaurant-ranglisten.de, 20 gennaio 2016, accesso il 1 ° febbraio 2016.  @ 1@ 2Modello: Webachiv / IABot / www.lechef.com

Opiniones de nuestros usuarios

Loredana Bruno

Questo post su Benoît Violier mi ha fatto vincere una scommessa, cosa meno per lasciare un buon punteggio per esso., L'informazione su Benoît Violier mi ha fatto vincere una scommessa, cosa meno per lasciare un buon punteggio per esso., Corretto

Antonina Battaglia

È sempre bene imparare. Grazie per l'articolo su Benoît Violier

Santo Marinelli

Questa voce su Benoît Violier mi ha aiutato a completare il mio lavoro per domani all'ultimo minuto. Mi vedevo già tornare su Wikipedia, cosa che l'insegnante ci proibisce di fare. Grazie per avermi salvato