Benny Wendt



Internet è una fonte inesauribile di conoscenza, anche quando si tratta di Benny Wendt. Secoli e secoli di conoscenza umana su Benny Wendt sono stati riversati, e vengono tuttora riversati, nella rete, ed è proprio per questo che è così difficile accedervi, poiché possiamo trovare luoghi in cui la navigazione può essere difficile o addirittura impraticabile. La nostra proposta è che non naufraghiate in un mare di dati riguardanti Benny Wendt e che possiate raggiungere tutti i porti della saggezza in modo rapido ed efficiente.

Con questo obiettivo in mente, abbiamo fatto qualcosa che va oltre l'ovvio, raccogliendo le informazioni più aggiornate e meglio spiegate su Benny Wendt. Abbiamo anche organizzato il sito in modo da renderlo facilmente leggibile, con un design minimalista e piacevole, assicurando la migliore esperienza d'uso e il più breve tempo di caricamento. Vi rendiamo tutto più semplice, in modo che l'unica cosa di cui dobbiate preoccuparvi sia imparare tutto su Benny Wendt! Quindi, se pensate che abbiamo raggiunto il nostro scopo e sapete già quello che volevate sapere su Benny Wendt, ci piacerebbe riavervi in questi mari calmi di sapientiait.com ogni volta che la vostra fame di conoscenza si risveglia.

Benny Wendt (nato novembre 4, 1950 in Norrköping ) è un ex Svedese calciatore .

carriera

L'alto e biondo centravanti ha iniziato la sua carriera nel club di prima divisione svedese IFK Norrköping . Nel 1975 è passato in Bundesliga per l' 1. FC Köln , dove avrebbe dovuto sostituire Hennes Löhr , che poi è rimasto per un altro anno. Per il resto la competizione a Colonia era dura, e così ha giocato solo sei partite di Bundesliga. Per la stagione 1976/77 viene assegnato alla prima divisione tennistica promossa dal Borussia Berlino . Qui ha segnato 20 gol in 30 partite nella stagione 1976/77. Già il primo giorno della partita ha vinto 2-2 contro il Rot-Weiss Essen con due gol. Una cosa leggendaria è successa alla terza giornata, quando ha segnato tutti e quattro i gol per il Berlino nel 4-2 casalingo contro il Fortuna Düsseldorf .

Dopo l'immediata retrocessione dei berlinesi, non volle più tornare a Colonia. A metà maggio 1977, il suo trasferimento all'FC Bayern fu annunciato come completato. Ma non è riuscita perché il Bayern aveva già nelle proprie fila due stranieri extracomunitari, Branko Oblak ed Erhan Önal, anche dopo lo smantellamento di Conny Torstensson . Infine è passato all'1. FC Kaiserslautern , che ha pagato una tassa di trasferimento di 600.000 marchi più IVA all'1. FC Cologne. Wendt, insieme a Reiner Geye , che è stato portato da Düsseldorf, avrebbe dovuto colmare il vuoto lasciato salutando Roland Sandberg , che ha concluso la sua carriera. Ha segnato 10, 7, 12 e sei gol nelle sue quattro stagioni successive in Bundesliga. A Kaiserslautern ha giocato insieme al portiere connazionale Ronnie Hellström . Insieme si sono qualificati per le campagne di Coppa UEFA 1979/80 e 1980/81. Nell'ottobre 1980 viene espulso dal campo in una partita contro lo Standard Liegi . Hanno anche raggiunto la finale della Coppa DFB 1980/81 , in cui l' Eintracht Frankfurt ha vinto 3-1 allo stadio Neckar di Stoccarda .

Dopo che il Kaiserslautern nel 1981 ha impegnato i sudcoreani Park Jong-won (), che non dovrebbe mai essere utilizzato in una partita competitiva del Palatinato, Wendt era ora lo straniero in più nella squadra. Il vincitore della coppa belga Standard Liège ha pagato una tassa di trasferimento di 450.000 marchi a Kaiserlautern per assicurarsi i suoi servizi. Con il club ha raggiunto la finale di Coppa delle Coppe nel 1982 , persa 2-1 dall'FC Barcelona davanti a 100.000 spettatori a Barcellona, e ha vinto i campionati belgi nel 1982 e 1983. Nella sua prima stagione ha segnato 13 gol in campionato in 29 partite, nella seconda è rimasto sotto i dieci gol.

Dopo la fine della stagione 1982/83 Wendt lasciò i belgi, dove Horst Hrubesch fu sostituito dall'Hamburger SV, e giocò nella Seiko Sports Association di Hong Kong, con la quale fu padrone della colonia della corona e anche della Coppa del Viceré e Coppa Puma vinta. Nel 1984 giocava ancora per il club svedese di terza divisione IK Sleipner . Nella seconda metà della stagione 1984/85 è apparso tredici volte con l' SC Freiburg nella 2a Bundesliga e ha segnato quattro gol.

Dal 1972 ha giocato anche per la nazionale svedese con la quale ha preso parte per l'ultima volta ai Mondiali del 1978 in Argentina, dove è stato in tutte e tre le partite in Svezia - pareggio contro il Brasile, sconfitta contro Austria e Svezia. In totale, ha segnato un gol in 20 partite internazionali.

Figlio di genitori emigrati dalla Germania in Svezia e padre di due figli - ha figli Heidi e Peter, nati a Kaiserslautern con la moglie Kerstin, sposata a Berlino - ha lavorato come muratore dopo la sua carriera calcistica. Per un anno è stato anche allenatore dell'Åby IF ed è stato attivo anche nel settore giovanile della società del figlio.

successi

link internet

Opiniones de nuestros usuarios

Mara Angelini

Mi ha colpito questo articolo sulla Benny Wendt, è divertente come le parole siano ben misurate, è come... elegante, Finalmente un articolo sulla Benny Wendt

Marta Guarino

È un buon articolo sulla _variabilità. Dà le informazioni necessarie, senza eccessi

Antonella Baroni

In questo post sulla Benny Wendt ho imparato cose che non sapevo, quindi ora posso andare a letto

Santa Leone

Il linguaggio sembra vecchio, ma le informazioni sono affidabili e in generale tutto ciò che è scritto su Benny Wendt dà molta fiducia, Ho trovato questo articolo su Benny Wendt molto interessante