Benny Parsons



Internet è una fonte inesauribile di conoscenza, anche quando si tratta di Benny Parsons. Secoli e secoli di conoscenza umana su Benny Parsons sono stati riversati, e vengono tuttora riversati, nella rete, ed è proprio per questo che è così difficile accedervi, poiché possiamo trovare luoghi in cui la navigazione può essere difficile o addirittura impraticabile. La nostra proposta è che non naufraghiate in un mare di dati riguardanti Benny Parsons e che possiate raggiungere tutti i porti della saggezza in modo rapido ed efficiente.

Con questo obiettivo in mente, abbiamo fatto qualcosa che va oltre l'ovvio, raccogliendo le informazioni più aggiornate e meglio spiegate su Benny Parsons. Abbiamo anche organizzato il sito in modo da renderlo facilmente leggibile, con un design minimalista e piacevole, assicurando la migliore esperienza d'uso e il più breve tempo di caricamento. Vi rendiamo tutto più semplice, in modo che l'unica cosa di cui dobbiate preoccuparvi sia imparare tutto su Benny Parsons! Quindi, se pensate che abbiamo raggiunto il nostro scopo e sapete già quello che volevate sapere su Benny Parsons, ci piacerebbe riavervi in questi mari calmi di sapientiait.com ogni volta che la vostra fame di conoscenza si risveglia.

Benjamin Parsons (nato il 12 luglio 1941 a Wilkes County , North Carolina , 16 gennaio 2007 a Charlotte , North Carolina) è stato un pilota americano NASCAR . Dopo la fine della sua carriera agonistica, ha lavorato come commentatore di sport motoristici per varie emittenti. I suoi più grandi successi furono la vittoria della Winston Cup nel 1973 e la vittoria della prestigiosa Daytona 500 al Daytona International Speedway nel 1975 . Era spesso chiamato Il Professore a causa dei suoi commenti secchi e del suo comportamento casuale .

Vita

Ha trascorso la sua infanzia nelle Blue Ridge Mountains in North Carolina . Dopo il liceo, si trasferì a Detroit , nel Michigan , dove suo padre gestiva una compagnia di taxi. Prima del suo debutto come pilota NASCAR, ha lavorato in una stazione di servizio e come tassista. Suo fratello minore Phil Parsons (nato a Detroit) è stato anche lui un pilota attivo e ha vinto una Coppa e due gare della Busch Series .

Nel 1964 ha guidato una gara NASCAR come compagno di squadra del giovane Cale Yarborough nel rinomato team Holman Moody. Nel 1968 e nel 1969 è stato rispettivamente campione nell'ARCA Racing Series , la serie di corse di stock car di un'organizzazione più piccola. Nel 1969 è arrivato in quattro gare NASCAR tre volte nella top ten.

Nel 1970 ha guidato per la prima volta l'intera stagione ed è stato in grado di raggiungere 23 prime 10 posizioni e l'ottavo posto in campionato in 45 gare per il team LG DeWitt. L'anno successivo ottiene dieci piazzamenti nei primi 10 e l'undicesimo posto in campionato in 35 partenze, ma riesce anche a festeggiare la sua prima vittoria. Nel 1972 ha ottenuto 19 piazzamenti nella top 10 in 35 partenze e ha concluso il campionato al quinto posto.

Nel 1973 riuscì finalmente a vincere il campionato NASCAR con una sola vittoria, ma con 21 primi 10 piazzamenti in 28 gare. La maggior parte delle vittorie (11) in questa stagione sono state ottenute da David Pearson , che aveva iniziato solo 18 gare e quindi non aveva alcuna possibilità di vincere il titolo a causa del sistema a punti. Nella gara decisiva al North Carolina Speedway di Rockingham , North Carolina, il pit crew di Parsons, con l'aiuto di molti altri team (che hanno sostenuto lo sfavorito), ha riportato la vettura danneggiata dopo un incidente al 13° giro sulla strada per il punto in cui si trovava poteva ancora raggiungere il 29° posto. Dal momento che il favorito vincitore a lungo termine Richard Petty con un guasto al motore è stato valutato solo 35 °, Parsons si è assicurato il titolo; Petty è stato addirittura superato da Cale Yarborough, Cecil Gordon e James Hylton in campionato ed è sceso al quinto posto.

Dal 1973 ha segnato anche l'inizio dell'era moderna alla NASCAR (limitazione a un minor numero di gare - solo 28 invece delle precedenti 40, sistema di punti modificato), Benny Parsons è anche considerato il primo campione dell'era moderna. È anche l'unico pilota che ha vinto il titolo sia all'ARCA che alla NASCAR.

Negli anni dal 1974 al 1980 ha concluso il campionato in posizioni comprese tra tre e cinque. Nel 1975 ha festeggiato la sua più grande vittoria alla Daytona 500.

Nel 1979 entra a far parte del team MC Anderson, dove vince la gara più lunga della stagione nel 1980, il Mondiale 600 a Charlotte , North Carolina.

Nel 1981 parte per il team Bud Moore e finisce decimo in campionato con le vittorie a Nashville e l'ultima gara al Texas World Speedway .

Nella squadra di Harry Ranier, è stato il primo in assoluto a raggiungere un giro di qualifica con una velocità media di oltre 200 miglia orarie per la Winston 500 sul Talladega Superspeedway nel 1982 . La seconda metà della stagione ha giocato per altre quattro squadre.

Negli anni che seguirono, Parsons guidò per il team Johnny Hayes non più per l'intera stagione, ma solo per circa metà delle gare. Ha festeggiato la sua ultima vittoria nel 1984 alla Coca-Cola 500 di Atlanta .

Una sorta di rimonta con diversi piazzamenti tra i primi cinque ha avuto Parsons nel 1987, quando ha gareggiato nel team di Hendrick Motorsports per sostituire il malato di AIDS che Tim Richmond ha negato.

Ha guidato la sua ultima stagione nel 1988 per la squadra di Junie Donlavey.

Durante la sua carriera attiva, Parsons ha iniziato a lavorare come pit reporter per ESPN e TBS. Dopo essersi ritirato come pilota, è diventato un reporter, prima per ESPN, poi per NBC e TNT. Ha anche ricevuto diversi riconoscimenti per il suo lavoro.

Dopo aver avuto difficoltà respiratorie nell'estate del 2006, gli è stato diagnosticato un cancro ai polmoni . In seguito ha annunciato che il trattamento aveva funzionato ed era di nuovo completamente sano. Quando sono ricomparsi i problemi respiratori, si è detto che le radiazioni gli avessero danneggiato il polmone sinistro . I medici hanno detto che il corpo si sarebbe adattato al polmone sano. Parsons smise di fumare nel 1978.

Il 26 dicembre 2006, è stato nuovamente ricoverato in ospedale e curato nell'unità di terapia intensiva del Carolinas Medical Center di Charlotte, NC per complicazioni legate al cancro ai polmoni. Morì lì il 16 gennaio 2007.

statistiche

Risultati di Sebring

anno squadra veicolo Compagno di squadra Compagno di squadra posizionamento Motivo del fallimento
1976 stati Unitistati Uniti BMW Motorsport Nord America BMW 3.0 CSL Regno UnitoRegno Unito David Hobbs fallimento malfunzionamento
1986 stati Unitistati Uniti Texas Enterprises US Tobacco Oldsmobile Calais stati Unitistati Uniti Terry Labonte stati Unitistati Uniti Phil Parsons fallimento incidente

link internet

Commons : Benny Parsons  - raccolta di immagini, video e file audio

Evidenze individuali

  1. a b c d e f Riferimento corse - Sito Internet: Benny Parsons. A: www.racing-reference.info , accesso il 4 gennaio 2019 .
  2. a b c d Britannica - Sito Internet: Benny Parsons. In: www.britannica.com , consultato il 4 gennaio 2019 .

Opiniones de nuestros usuarios

Marina Bucci

Sono stato felice di trovare questo articolo su Benny Parsons, Sono stato felice di trovare questo articolo su Benny Parsons

Fabrizio Mele

Grazie per questa voce su Benny Parsons, è proprio quello che mi serviva, Grazie per questa voce su Benny Parsons, è proprio quello che mi serviva

Carmen Costantini

Questa voce su Benny Parsons mi ha aiutato a completare il mio lavoro per domani all'ultimo minuto. Mi vedevo già tornare su Wikipedia, cosa che l'insegnante ci proibisce di fare. Grazie per avermi salvato