Benno Müller-Hill



Internet è una fonte inesauribile di conoscenza, anche quando si tratta di Benno Müller-Hill. Secoli e secoli di conoscenza umana su Benno Müller-Hill sono stati riversati, e vengono tuttora riversati, nella rete, ed è proprio per questo che è così difficile accedervi, poiché possiamo trovare luoghi in cui la navigazione può essere difficile o addirittura impraticabile. La nostra proposta è che non naufraghiate in un mare di dati riguardanti Benno Müller-Hill e che possiate raggiungere tutti i porti della saggezza in modo rapido ed efficiente.

Con questo obiettivo in mente, abbiamo fatto qualcosa che va oltre l'ovvio, raccogliendo le informazioni più aggiornate e meglio spiegate su Benno Müller-Hill. Abbiamo anche organizzato il sito in modo da renderlo facilmente leggibile, con un design minimalista e piacevole, assicurando la migliore esperienza d'uso e il più breve tempo di caricamento. Vi rendiamo tutto più semplice, in modo che l'unica cosa di cui dobbiate preoccuparvi sia imparare tutto su Benno Müller-Hill! Quindi, se pensate che abbiamo raggiunto il nostro scopo e sapete già quello che volevate sapere su Benno Müller-Hill, ci piacerebbe riavervi in questi mari calmi di sapientiait.com ogni volta che la vostra fame di conoscenza si risveglia.

Benno Müller-Hill (nato febbraio 5, 1933 in Friburgo ; 11 mese di agosto, il 2018 ) è stato un tedesco biochimico e professore di genetica presso l' Università di Colonia . I suoi successi scientifici includono l'isolamento del repressore lac e la scoperta della proteina precursore dell'amiloide (proteina precursore dell'amiloide, APP) nel 1966 e nel 1987. Müller-Hill ha anche affrontato la storia scientifica della ricerca biomedica durante il nazionalsocialismo .

Vita

Il figlio della svedese Daisy Müller-Hill (nata Hill) e il pubblico ministero tedesco Werner Otto Müller-Hill (18851977) hanno studiato chimica a Friburgo e Monaco di Baviera . Ha trascorso tre anni a ricercare con Walter Gilbert nel laboratorio di James Watson all'Università di Harvard . Nel 1966 riesce a isolare il repressore Lac insieme a Walter Gilbert . Nel 1968 è stato nominato professore di genetica all'Università di Colonia, dove ha insegnato fino al pensionamento. Durante questo periodo, il suo gruppo di ricerca ha anche scoperto la proteina precursore dell'amiloide , la cui scissione gioca un ruolo importante nello sviluppo della malattia di Alzheimer . Benno Müller-Hill aveva un'amicizia di lunga data con il genetista e immunologo Klaus Rajewsky . Nel 1984 ha pubblicato il libro "Tödliche Wissenschaft" sulla storia della genetica umana e sui crimini degli scienziati tedeschi durante l'era nazista . Il libro è stato pubblicato in inglese nel 1988 ed è stato tradotto in altre sette lingue negli anni successivi. L'elenco delle pubblicazioni di Müller-Hill contiene 120 articoli scientifici originali e 24 capitoli di libri sulla genetica, circa 130 articoli sulla storia della scienza e diversi testi letterari.

Müller-Hill è morto l'11 agosto 2018 all'età di 85 anni. Il 1 ° settembre 2018 si è svolta una funzione commemorativa presso il cimitero centrale di Melaten a Colonia ; l'urna fu sepolta a Friburgo i. Br.

varie

Müller-Hill ha accettato di pubblicare il diario di guerra di suo padre. È stato pubblicato per la prima volta in francese nel 2011 (Journal de guerre d'un juge militaire allemand - 1944-1945) e poi in tedesco nel 2012 ("L'hai visto arrivare, eppure era scosso". Il diario di guerra di un militare tedesco giudice 1944/45) .

Appartenenze

Premi

Pubblicazioni (selezione)

Articoli di riviste

  • Genetica della suscettibilità alla tubercolosi: gli esperimenti di Mengele ad Auschwitz. In: Nature Reviews Genetics . Volume 2, No.8, 2001, pagg. 631-634, doi : 10.1038 / 35084588 , PMID 11483987 .
  • con Ute Deichmann : La frode degli enzimi di Abderhalden. In: Natura . Volume 393, n. 6681, 1998, 14 maggio 1998, pp. 109-111, doi : 10.1038 / 30090 .
  • con Annette Minn, Markus Schubert, Wolfram F. Neiss: Espressione GFAP migliorata negli astrociti di topi transgenici che esprimono il tripsinogeno IV specifico del cervello umano. In: Glia. Volume 22, No.4, 22 aprile 1998, pp. 338-347, doi : 10.1002 / (SICI) 1098-1136 (199804) 22: 4 <338 :: AID-GLIA3> 3.0.CO; 2-% 23 .
  • con Peter Kolkhof: riconoscimento del DNA e codice. In: Natura. Volume 369, n. 6482, 23 giugno 1994, 1994, p. 614, doi : 10.1038 / 369614a0 .
  • L'ombra dell'ingiustizia genetica. In: Natura. Volume 362, n. 6420, 8 aprile 1993, pagg. 491-492, doi : 10.1038 / 362491a0 .
  • Finanziamento di biologia molecolare. In: Natura. Volume 351, n. 6321, 2 maggio 1991, pagg. 11-12, doi : 10.1038 / 351011a0 .
  • con Hans-Georg Lemaire, J. Michael Salbaum, Gerd Multhaup, Jie Kang, RM Bayney, Axel Unterbeck, Konrad Beyreuther : La proteina precursore PreA4 695 dell'amiloide A4 del morbo di Alzheimer è codificata da 16 esoni. In: Ricerca sugli acidi nucleici . Volume 17, No.2, 25 gennaio 1989, pp. 517-522, doi : 10.1093 / nar / 17.2.517 .
  • con Konrad Beyreuther: Biologia molecolare del morbo di Alzheimer. In: Revisione annuale di biochimica . Volume 58, 1989, pagg. 287-307, doi : 10.1146 / annurev.bi.58.070189.001443 , PMID 2673012 .
  • con T. Dyrks, A. Weidemann, Gerd Multhaup, J. Michael Salbaum, Hans-Georg Lemaire, Jie Kang, Colin L. Masters, Konrad Beyreuther: Identificazione, orientamento transmembrana e biogenesi dell'amiloide A4 precursore del morbo di Alzheimer. In: The EMBO Journal . Volume 7, No.4, 1 aprile 1988, pp. 949-957, doi : 10.1002 / j.1460-2075.1988.tb02900.x .
  • con Jie Kang, Hans-Georg Lemaire, Axel Unterbeck, J. Michael Salbaum, Colin L. Masters, Karl-Heinz Grzeschik, Gerd Multhaup, Konrad Beyreuther: Il precursore della proteina di Alzheimer amiloide A4 assomiglia a un recettore della superficie cellulare. In: Natura. Volume 325, n. 6106, 19 febbraio 1987, pagg. 733-736, doi : 10.1038 / 325733a0 , PMID 2881207 .
  • con Michael Koenen, Artur Scherf, Odile Mercereau, Gordon Langsley, Lise Sibilli, Philippe Dubois, Luis Pereira da Silva: Gli antisieri umani rilevano un clone genomico di Plasmodium falciparum che codifica per una ripetizione non apeptidica. In: Natura. Volume 311, n. 5984, 27 settembre 1984, pagg. 382-385, doi : 10.1038 / 311382a0 .
  • con J. Kania: il repressore lac può essere fuso con la -galattosidasi. In: Natura. Volume 249, n. 5457, 7 giugno 1974, pagg. 561-563, doi : 10.1038 / 249561a0 .
  • con K. Adler, Konrad Beyreuther, E. Fanning, N. Geisler, B. Gronenborn, A. Klemm, M. Pfahl, A. Schmitz: How lac repressor binds to DNA. In: Natura. Volume 237, n. 5354, 9 giugno 1972, pagg. 322-327, doi : 10.1038 / 237322a0 .
  • Jeffrey H. Miller, Jon Beckwith: direzione della trascrizione di un gene regolatore in E. coli. In: Natura. Volume 220, No.5174, 28 dicembre 1968, pp. 1287-1290, doi : 10.1038 / 2201287a0 .
  • con Walter Gilbert: L'operatore lac è il DNA. In: Atti della National Academy of Sciences degli Stati Uniti d'America . Volume 58, n. 6, 1967, pagg. 2415-2421, JSTOR 58733 .
  • con Walter Gilbert: Isolation of the lac repressor. In: Atti della National Academy of Sciences degli Stati Uniti d'America. Volume 56, n. 6, 1966, pp. 1891-1898, PMID 16591435 , PMC 220206 (testo completo gratuito).

Libri

  • L'operone lac. Breve storia di un paradigma genetico. de Gruyter, Berlino et al.1996 , ISBN 3-11-014830-7 .
  • Scienza mortale. La segregazione di ebrei, zingari e malati di mente 1933-1945 (= Rororo. 5349). Rowohlt, Reinbek bei Hamburg 1984 ISBN 3-499-15349-1 (2a edizione 1988; ancora Verlag Volk und Gesundheit, Berlino 1989, ISBN 3-333-00438-0 ); Sommario .
    • Edizione inglese: scienza omicida. Eliminazione per selezione scientifica di ebrei, zingari e altri. Germania 1933-1945. Oxford University Press, Oxford 1988, ISBN 0-19-261555-6 .
    • Francese: Science nazie, science de mort. La segregation des Juifs, des Tziganes et des malades mentaux de 1933-1945. Odile Jacob, Paris 1989, ISBN 2-7381-0063-5 .
    • Italiano: Scienza di morte. L'eliminazione degli ebrei, degli zigani e dei malati di mente. 1933-1945. ETS, Pisa 1989, ISBN 88-7741-393-0 .
  • I filosofi e i vivi. Campus, Francoforte sul Meno et al.1981 , ISBN 3-593-32860-7 .

Saggi e articoli selezionati

  • Selezione. La scienza della selezione biologica degli esseri umani da parte dell'uomo. In: Norbert Frei (Hrsg.): Medicina e politica sanitaria nell'era nazista (= scritti dei libri trimestrali per la storia contemporanea. Numero speciale). R. Oldenbourg, Monaco di Baviera 1991, ISBN 3-486-64534-X , pagg. 137-155.
  • Il sangue di Auschwitz e il silenzio degli studiosi. In: Doris Kaufmann (a cura di): Storia della Kaiser Wilhelm Society nel nazionalsocialismo. Inventario e prospettive della ricerca (= storia della Kaiser Wilhelm Society sotto il nazionalsocialismo. 1). Wallstein, Göttingen 2000, ISBN 3-89244-423-4 , pagg. 189-227.
  • Scienza, verità e altri valori. In: The Quarterly Review of Biology. Volume 68, n. 3, 1993, pagg. 399-407, JSTOR 2831193 .
  • Scienza mortale. In: Die Zeit , datato 13 luglio 1984, Zeit-Online, consultato il 20 agosto 2018.

letteratura

  • Karl Heinz Roth: Ricerca genetica nel confronto con l'antropologia nazista - il lavoro di una vita del genetista e storico della scienza Benno Müller-Hill (1933-2018) . In: Social.History Online. = Social.History Online. Numero 24, 2019, pagg. 11-36, doi : 10.17185 / duepublico / 47937 .

link internet

Prove individuali

  1. ^ Necrologio di Frankfurter Allgemeine , consultato il 20 agosto 2018
  2. ^ Walter Gilbert, B. Müller-Hill: Isolation of the lac repressor. In: Atti della National Academy of Sciences degli Stati Uniti d'America. Volume 56, n. 6, 1966, pagg. 1891-1898.
  3. J. Kang, HG Lemaire, A. Unterbeck, JM Salbaum, CL Masters, KH Grzeschik, G. Multhaup, K. Beyreuther, B. Müller-Hill: Il precursore della proteina di Alzheimer amiloide A4 assomiglia a un recettore della superficie cellulare. In: Natura. Volume 325, n. 6106, 19 febbraio 1987, pp. 733-736.
  4. B. Müller-Hill: Genetica della suscettibilità alla tubercolosi: esperimenti di Mengele ad Auschwitz. In: Nature Reviews Genetics. Volume 2, n. 8, 2001, pagg. 631-634.
  5. B. Müller-Hill: Memoria e dissolvenza. Uno sguardo critico alla corrispondenza di Adolf Butenandt, presidente di MPG 1960-1972. In: Storia e filosofia delle scienze della vita. Volume 24, n. 3/4, 2002, ISSN  0391-9714 , pagg. 493-521, PMID 15045836 .
  6. ^ B. Müller-Hill: Il sangue di Auschwitz e il silenzio degli studiosi. In: Storia e filosofia delle scienze della vita. Vol.21, No.3, 1999, pagg. 331-365, PMID 11197188 .
  7. B. Müller-Hill, K. Beyreuther: Biologia molecolare del morbo di Alzheimer. In: Revisione annuale della biochimica. Volume 58, 1989, pagg. 287-307.
  8. ^ Klaus Rajewsky : Years in Cologne. In: Revisione annuale di immunologia . Volume 31, 2013, pagg. 1-29, doi : 10.1146 / annurev.immunol.021908.132646 , PMID 23140542 .
  9. Vedi: Benno Müller-Hill: Tödliche Wissenschaft. In: Die Zeit , datato 13 luglio 1984, Zeit-Online, consultato il 20 agosto 2018.
  10. ^ Informazioni fornite dall'amministrazione del cimitero di Colonia il 4 settembre 2018
  11. ^ Siedler, Monaco di Baviera 2012, ISBN 978-3-8275-0010-6 .
  12. a b Walter Habel (Ed.): Chi è chi Il tedesco Who's Who. XLVI. Edizione 2007/08. Lubecca 2007, p. 919.

Opiniones de nuestros usuarios

Ilaria Ferrario

Molto interessante questa voce su Benno Müller-Hill, Pensavo di sapere già tutto su Benno Müller-Hill, Molto interessante questa voce su Benno Müller-Hill

Natale Caputo

Pensavo di sapere già tutto sulla Benno Müller-Hill, ma in questo articolo ho scoperto che alcuni dei dettagli che pensavo fossero buoni non erano così buoni. Grazie per le informazioni

Elisa Serra

Grazie per questa voce su Benno Müller-Hill, è proprio quello che mi serviva, Grazie per questa voce su Benno Müller-Hill, è proprio quello che mi serviva

Giuseppina Grossi

Trovo molto interessante il modo in cui è scritto questo post sulla Benno Müller-Hill, mi ricorda i miei anni di scuola. Che bei tempi, grazie per avermi riportato lì