Benno Lupo



Internet è una fonte inesauribile di conoscenza, anche quando si tratta di Benno Lupo. Secoli e secoli di conoscenza umana su Benno Lupo sono stati riversati, e vengono tuttora riversati, nella rete, ed è proprio per questo che è così difficile accedervi, poiché possiamo trovare luoghi in cui la navigazione può essere difficile o addirittura impraticabile. La nostra proposta è che non naufraghiate in un mare di dati riguardanti Benno Lupo e che possiate raggiungere tutti i porti della saggezza in modo rapido ed efficiente.

Con questo obiettivo in mente, abbiamo fatto qualcosa che va oltre l'ovvio, raccogliendo le informazioni più aggiornate e meglio spiegate su Benno Lupo. Abbiamo anche organizzato il sito in modo da renderlo facilmente leggibile, con un design minimalista e piacevole, assicurando la migliore esperienza d'uso e il più breve tempo di caricamento. Vi rendiamo tutto più semplice, in modo che l'unica cosa di cui dobbiate preoccuparvi sia imparare tutto su Benno Lupo! Quindi, se pensate che abbiamo raggiunto il nostro scopo e sapete già quello che volevate sapere su Benno Lupo, ci piacerebbe riavervi in questi mari calmi di sapientiait.com ogni volta che la vostra fame di conoscenza si risveglia.

Lapide commemorativa di Berlino sulla Haus am Kleistpark, Grunewaldstrasse 6-7, a Berlino-Schöneberg

Benno Wolf (nato il 26 settembre 1871 a Dresda ; morto il 6 gennaio 1943 nel ghetto di Theresienstadt ) è stato uno dei più importanti esploratori di grotte europei nel periodo tra le due guerre e ha ricoperto numerose funzioni. Per anni è stato nel consiglio di amministrazione della Main Association of German Speleologists e ha pubblicato la sua rivista. Era un membro attivo della Società tedesca per gli studi sui mammiferi e di altre società scientifiche. Wolf ha svolto un lavoro preparatorio essenziale per la creazione della legge sulla conservazione della natura del Reich .

Repubblica di Weimar

Wolf era di origine ebraica ma è cresciuto nella fede protestante. Dopo aver studiato legge, fu trasferito a Charlottenburg vicino a Berlino come giudice nel 1912. Allo stesso tempo, lavorò inizialmente su base volontaria e dal 1915 come consulente legale a tempo pieno presso l' Agenzia statale per la conservazione dei monumenti naturali in Prussia . I suoi superiori erano Hugo Conwentz e Walther Schoenichen , Hans Klose era suo collega. Wolf elaborò le prime bozze per le leggi sulla conservazione della natura in Germania e nei paesi vicini.Nel 1920, la sezione 34 della legge prussiana sulla gestione dei campi e delle foreste fu generalmente accolta come "legge sulla conservazione della natura piccola". Wolf ha anche scritto il commento Il diritto di preservare i monumenti naturali in Prussia (Berlino 1920).

tempo del nazionalsocialismo

Dopo la nazionalsocialista presa del potere nel 1933, Wolf è stato rilasciato come un giudice e consulente legale nel l'agenzia statale per la conservazione dei monumenti naturali, dove aveva lavorato legalmente per 21 anni , a causa della sua ebraica discesa. Anche il suo superiore Schoenichen ( NSDAP ) ha accolto con favore le misure antisemite contro i colleghi amministrativi ebrei come una "purificazione del popolo".

Nel formulare il Reich Nature Conservation Act del 1935, Klose utilizzò essenzialmente il lavoro preliminare di Wolf. Nonostante questi legami, Klose è ancora considerato oggi come il "padre della legge sulla conservazione della natura del Reich". Klose si basava anche sulle bozze di Wolf per i decreti di conservazione della natura per le "aree polacche germanizzate" dopo il 1939. Sotto Klose, il paragrafo ariano fu introdotto nel Volksbund Naturschutz nel 1936 . Da lì sono stati esclusi membri di supporto precedentemente importanti come Wolf e Max Hilzheimer .

Il proprietario della fabbrica berlinese Julius Riemer , collezionista naturale ed etnografico di fama internazionale, è stato l'amico più stretto e il mecenate più attivo di Benno Wolf dopo il suo divieto professionale. Dal 1937 assume la direzione della principale rivista associativa; A volte è stato anche il capo ad interim dell'associazione principale. Ha cercato disperatamente di salvare Wolf dalla deportazione, ma alla fine ha fallito.

A causa delle sue origini ebraiche e soprattutto a causa dei suoi archivi sulle grotte , divenuti importanti per lo sforzo bellico , il settantenne Benno Wolf fu deportato nel ghetto di Theresienstadt l'8 luglio 1942 il giorno 17 trasporto per anziani . Vi morì il 6 gennaio 1943 a causa delle disumane condizioni carcerarie. Il suo archivio rupestre ha rilevato l'eredità ancestrale delle SS e lo ha valutato per scopi di armamento sotto la direzione di Hans Brand .

Commemorazione

I successi di Benno Wolf furono soppressi e dimenticati da molti contemporanei dopo il 1945, probabilmente anche perché i suoi "colleghi" del tempo prima del 1933 furono in grado di rilevare senza problemi le amministrazioni per la conservazione della natura della Germania occidentale. Gli autori di oggi lodano il Field and Forest Ordinance Act del 1920 come una pietra miliare nella conservazione della natura, ma non hanno mai menzionato Wolf da nessuna parte prima. Questo è cambiato solo negli ultimi anni e un capitolo nella pubblicazione commemorativa "State Nature Conservation in Germany 1906-2006" è stato dedicato a Wolf.

In onore dei rapporti affettuosi che esistevano tra Benno Wolf e gli esploratori delle grotte di Dresda intorno a Johannes Ruscher e in memoria del suo "ultimo viaggio", che Wolf fu costretto a fare a Theresienstadt sotto la grotta attraverso la valle dell'Elba, i dipendenti della grotta di Dresda gruppo di ricerca l'11 agosto 1996 una notevole grotta di arenaria del carso di arenaria della Svizzera boema prende il nome da questo ricercatore (Dr.-Benno-Wolf-Höhle) e un'iscrizione allegata.

Nel 2005 un ostacolo è stato posato sul marciapiede davanti al suo luogo di residenza in Hornstrasse 6 a Berlino-Kreuzberg dopo che un'iniziativa privata aveva fatto una campagna per questo.

Premio Dr. Benno Wolf

L' Associazione dei ricercatori tedeschi delle grotte e del carso (VdHK) ha donato il "Premio Dr. Benno Wolf", che viene assegnato a intervalli irregolari dal 1996. Il premio ha lo scopo di onorare realizzazioni speciali a protezione grotta e la ricerca grotta e per impostare un esempio contro l'intolleranza e la mancanza di libertà di ricerca scientifica. I precedenti vincitori sono:

  • 1996: Hubert Trimmel (Vienna)
  • 1997: Petra Boldt (Schelklingen-Schmiechen) e Karl Hager (Norimberga)
  • 1999: Ufficio geologico del Land Renania settentrionale-Vestfalia (Krefeld)
  • 2000: Bodo Schillat (Rinteln-Steinbergen)
  • 2002: Herbert W. Franke (Puppling vicino a Monaco di Baviera)
  • 2003: Wolfgang Dreybrodt (Brema)
  • 2004: Stefan Zaenker (Fulda)
  • 2006: Klaus Dobat (Tübingen)
  • 2007: Jörg Obendorf (Monaco)
  • 2008: Dieter Stoffels (Mülheim)
  • 2009: Michael Laumanns (Berlino)
  • 2010: Friedhart Knolle (Goslar)
  • 2011: Karl-Heinz Pfeffer (Tübingen)
  • 2012: Associazione statale per la ricerca sulle grotte e sul carso dell'Assia
  • 2013: Ralph Müller (Schrozberg) e Rainer Fohlert (Wutha-Farnroda)
  • 2015: Michael Krause (Stoccarda)
  • 2017: Wolfgang Ufrecht (Stoccarda)
  • 2018: Stefan Voigt (Ennepetal)
  • 2019: Jochen Duckeck (Norimberga)

letteratura

  • RG Spöcker : Ahasver Spelaeus. Ricordi del dott. Benno Lupo. A cura e annotazioni di F. Reinboth e F. Knolle. In: Associazione di comunicazione dei ricercatori tedeschi di grotte e carsismo. Volume 32, n. 1, 1986, pp. 4-8.
  • A. Wagner: Ricordi del giudice della corte distrettuale Dr. Benno Lupo. In: Mitt.-Bl. Dipartimento del Carso e dei monumenti rupestri. Naturista. Ges. Norimberga. Volume 14, n. 1/2, 1981, n. 24, pp. 8-16.
  • Dieter Stoffel:
    • Dott. L'opera di Benno Wolf in Renania-Westfalia. In: Comunicazioni e relazioni Speleogroup Letmathe. No. 2, Iserlohn 1987, pp. 10-20.
    • Dott. Benno Wolf - Un pioniere della speleologia in Germania. In: Speläologisches Jahrbuch 1994. Verein f. Höhlenkunde in Westfalen, Iserlohn 1995, pp. 78-83.
    • Dott. Benno Wolf e il capitolo oscuro dell'esplorazione rupestre tedesca. In: L'esploratore delle caverne. Volume 27, Numero 2, pp. 35-43, Dresda 1995.
    • Dott. Determinata la data di morte di Benno Wolf. In: Associazione di comunicazione dei ricercatori tedeschi di grotte e carsismo. Volume 41, n. 4, Monaco 1995, pagina 55.
  • Bernd Schütze: gli ebrei nella storia della conservazione della natura Domande da un ambientalista della lettura. In: Uwe Schneider, Joachim Wolschke-Bulmahn: Controcorrente . Gert Gröning nel giorno del suo sessantesimo compleanno. (= Contributi alla pianificazione territoriale. Volume 76). Dipartimento di Architettura del Paesaggio e Sviluppo Ambientale presso l'Università di Hannover, Hannover 2004, pp. 267-293.
  • F. Knolle, H. Bergemann, MK Brust, RH Winkelhöfer: Dr. Benno Wolf di Dresda in memoria. In: L'esploratore delle caverne. 42° anno, numero 2, Dresda 2010, pp. 36-53.
  • F. Knolle, D. Stoffels, T. Oldham: chi era il membro onorario della BSA Dr. Benno Wolf (1871-1943) Uno sguardo retrospettivo sulla speleologia europea e sulla storia nazista. In: Lo speleologo britannico. Volume 129, 2007, pp. 21-26, Cardigan, Regno Unito [simile in www.vdhk.de/wolf_uk.pdf]
  • Wolf, Benno , in: Hans Bergemann, Simone Ladwig-Winters : Giudici e pubblici ministeri di origine ebraica in Prussia sotto il nazionalsocialismo: un'indagine sui fatti. Una documentazione . Colonia: Bundesanzeiger-Verlag, 2004, pagina 341
  • Friedhart Knolle , Bernd Schütze: Dott. Benno Wolf, il suo ambiente e il suo effetto interdisciplinare - un legame tra le associazioni speleologiche tedesche. In: Comunicazioni dell'Associazione dei ricercatori tedeschi delle caverne e del Carso. Volume 51, n. 2, aprile 2005, pp. 48-55 , consultato il 2 settembre 2021 .

link internet

Evidenze individuali

  1. Bernd Schütze: (Erb) -Last für die Demokratie. La politica della memoria della conservazione della natura dal 1945. In: Gert Gröning, Joachim Wolschke-Buhlmahn (a cura di): Naturschutz un Demokratie Monaco di Baviera 2006, ISBN 3-89975-077-2 , pagina 84 segg .
  2. Nils Seethaler ha fatto ricerche su Julius Riemer. In: Wittenberger Sonntag / Freizeit Magazin. 10 maggio 2019, accesso 12 agosto 2019 .
  3. ^ Burkhard Hawemann: dallo Yorckschlösschen al municipio di Kreuzberg. In: Stolpersteine a Berlino. 12 passeggiate nel quartiere. Museo attivo Fascismo e Resistenza a Berlino e. V., Ufficio di coordinamento Stolpersteine Berlin, Kulturprojekte Berlin GmbH, Berlino 2013, pp. 6061.
  4. www.arge-grabenstetten.de
  5. VdHK: Benno Premio Wolf ( Memento del l' originale dal 23 gennaio 2019 in Internet Archive ) Info: Il dell'archivio collegamento è stato inserito automaticamente e non è stata ancora verificata. Si prega di controllare il collegamento originale e archivio secondo le istruzioni e quindi rimuovere questo avviso. , consultato il 14 maggio 2018. @1@ 2Modello: Webachiv / IABot / www.vdhk.de

Opiniones de nuestros usuarios

Antonino D'alessandro

Grande post su Benno Lupo, Grande post su Benno Lupo

Gianni Ferri

Mi piace il sito, e l'articolo sulla Benno Lupo è quello che stavo cercando