Benno Berneis



Internet è una fonte inesauribile di conoscenza, anche quando si tratta di Benno Berneis. Secoli e secoli di conoscenza umana su Benno Berneis sono stati riversati, e vengono tuttora riversati, nella rete, ed è proprio per questo che è così difficile accedervi, poiché possiamo trovare luoghi in cui la navigazione può essere difficile o addirittura impraticabile. La nostra proposta è che non naufraghiate in un mare di dati riguardanti Benno Berneis e che possiate raggiungere tutti i porti della saggezza in modo rapido ed efficiente.

Con questo obiettivo in mente, abbiamo fatto qualcosa che va oltre l'ovvio, raccogliendo le informazioni più aggiornate e meglio spiegate su Benno Berneis. Abbiamo anche organizzato il sito in modo da renderlo facilmente leggibile, con un design minimalista e piacevole, assicurando la migliore esperienza d'uso e il più breve tempo di caricamento. Vi rendiamo tutto più semplice, in modo che l'unica cosa di cui dobbiate preoccuparvi sia imparare tutto su Benno Berneis! Quindi, se pensate che abbiamo raggiunto il nostro scopo e sapete già quello che volevate sapere su Benno Berneis, ci piacerebbe riavervi in questi mari calmi di sapientiait.com ogni volta che la vostra fame di conoscenza si risveglia.

Benno Berneis (nato il 9 maggio 1883 a Fürth ; 8 agosto 1916 via Saint-Souplet ) è stato un pittore tedesco dell'emergente espressionismo .

Vita

Benno Berneis nacque a Fürth nel 1883 come unico figlio del proprietario ebreo Albert Berneis e di sua moglie Betty, nata Neubauer. Suo padre era il direttore della fabbrica di scarpe B. Berneis fondata da lui e suo fratello nel 1875 , che in seguito divenne la United Fränkische Schuhfabriken AG .

Dopo i suoi giorni di scuola, Benno Berneis fu allievo della scuola di pittura di Monaco di Baviera di Moritz Heymann dal 1902 , che lo formò come pittore impressionista .

Dal 1906 visse a Berlino, dove l'artista, con l'aiuto di Max Slevogt , ebbe il permesso di partecipare alla mostra invernale della Secessione di Berlino nel mese di dicembre . Benno Berneis è stato inoltre regolarmente rappresentato con diverse opere nelle mostre estive dei prossimi anni.

Nel 1909, insieme a Henri Matisse , espone per la prima volta le sue opere nel salone d'arte di Paul Cassirer . Un'altra mostra completa seguì nel marzo 1914, questa volta con il suo amico, lo scultore August Gaul . Nello stesso anno Benno Berneis partecipò anche alla fondazione della Libera Secessione attorno a Max Liebermann . È stato eletto nel consiglio di amministrazione del gruppo di artisti tramite lotteria.

Durante la prima guerra mondiale , prestò servizio per la prima volta in un reparto ferroviario bavarese , dove era responsabile come buon cavaliere del coordinamento della fornitura di vettovaglie al fronte. Quando fu promosso tenente , si arruolò volontario per l' aeronautica a metà del 1915 . Dopo la sua formazione di pilota fu impiegato sul fronte occidentale , soprattutto nella ricognizione delle postazioni di artiglieria nemiche .

Benno Berneis morì l'8 agosto 1916 come membro di un comando monoposto da combattimento guidato da Kurt Student in una battaglia aerea sulla comunità francese di Saint-Souplet . La sua tomba si trova nel vicino cimitero militare tedesco di Mont-Saint-Remy nelle Ardenne .

Benno Berneis era sposato con l'attrice Gertrud Eysoldt , dalla quale ha avuto il figlio Peter Berneis , che in seguito ha lavorato con successo come attore e sceneggiatore nell'industria cinematografica . Sua sorella Frida Langer fu vittima dell'Olocausto nel 1942 .

Mostre (selezione)

  • 1906: 12a mostra della Secessione di Berlino - Arti del disegno , Cassirer Art Salon
  • 1907: 13a mostra della Secessione di Berlino, Berlino
  • 1907: 14a mostra della Secessione di Berlino - Arti del disegno , Cassirer Art Salon
  • 1908: 15a mostra della Secessione di Berlino, Berlino
  • 1909: Henri Matisse - Collezioni Benno Berneis , Cassirer Art Salon
  • 1909: 18a mostra della Secessione di Berlino, Berlino
  • 1910: 20a mostra della Secessione di Berlino, Berlino
  • 1911: 22a mostra della Secessione di Berlino, Berlino
  • 1912. Grande mostra dell'Associazione tedesca degli artisti , Kunsthalle Bremen
  • 1912: Pittore e scultore per la Secessione di Berlino , Galerie Miethke
  • 1912: 24a mostra della Secessione di Berlino, Berlino
  • 1913: Mostra dell'Associazione tedesca degli artisti , Kunsthalle Mannheim
  • 1913: Grande mostra d'arte a Stoccarda , edificio d'arte di Stoccarda
  • 1913: 26a mostra della Secessione di Berlino, Berlino
  • 1914: Collezioni Benno Berneis - August Gaul - Camille Pissarro , Kunstsalon Cassirer
  • 1914: Esposizione d'arte internazionale , Kunsthalle Bremen
  • 1914: prima mostra alla Libera Secessione , Berlino
  • 1914: 1a mostra della Nuova Secessione di Monaco, Monaco
  • 1916: 2a mostra alla Libera Secessione , Berlino
  • 1917: Mostra commemorativa di Benno Berneis , Cassirer Art Salon
  • 1976: Dipinto degli impressionisti tedeschi , Galleria Nazionale di Berlino
  • 2006: Impressionismo di Berlino , Landesmuseum Mainz
  • 2014: Sogni piegati: opere di giovani artisti - Vittime della prima guerra mondiale , Edwin Scharff Museum Neu-Ulm
  • 2014: Cadono le stelle - Da Boccioni a Schiele. La prima guerra mondiale come fine delle rotte degli artisti europei , Kunsthalle Kiel
  • 2015: Arte a Berlino dal 1880 al 1980 , Berlinische Galerie
  • 2016: Dio e il mondo. Da quadro sacro a quadro autonomo 1871-1918 , Kunsthalle Kiel
  • 2018: Benno Berneis - Desideri oscuri, talento romantico , Galleria d'arte Fürth

letteratura

  • Friederike Weimar: Folded Dreams: Opere di giovani artisti - Vittime della prima guerra mondiale. Benno Berneis, Hans Fuglsang, Franz Henseler, Wilhelm Morgner, Franz Nölken, Otto Soltau, Hermann Stenner e Albert Weisgerber. A cura di Helga Gutbrod. Gebr. Mann Verlag / Deutscher Verlag für Kunstwissenschaft, Berlino 2014, ISBN 978-3-7861-2712-3
  • Simon Rötsch: Benno Berneis - Desideri oscuri, talento romantico. A cura di Hans-Peter Miksch . Brochure per l'omonima mostra alla Kunst Galerie Fürth . Bartlmüller Verlag, Norimberga 2018, ISBN 978-3-942953-53-5
  • Marion Harder-Merkelbach: Berneis, Benno . In: Lessico generale dell'artista . Gli artisti visivi di tutti i tempi e popoli (AKL). Volume 9, Saur, Monaco e altri. 1994, ISBN 3-598-22749-3 , pagina 575.

link internet

Commons : Benno Berneis  - Raccolta di immagini, video e file audio

Evidenze individuali

  1. Simon Rötsch: "... la morte gli ha tolto il pennello di mano nell'ora cruciale" - biografia dell'artista di Fürth Benno Berneis. (PDF) Estratto il 6 luglio 2017 .
  2. Il "Secessione Free" . In: Kunstchronik: settimanale per arti e mestieri . NF 25. EA Seemann, Lipsia 1914, p. 339 .
  3. Archivio principale di Stato bavarese; Monaco; Archivi di guerra del Dipartimento IV. File del personale ufficiale 5570
  4. frontflieger.de
  5. Frida Langer , su FürthWiki

Opiniones de nuestros usuarios

Renzo Guida

Buon articolo su Benno Berneis

Mariangela Dalla

Era da molto tempo che non vedevo un articolo sulla Benno Berneis scritto in modo così didascalico. Mi piace

Agostino Marinelli

Finalmente un articolo su Benno Berneis che è facile da leggere, Grazie per questo post su Benno Berneis