Bennie Wallace



Internet è una fonte inesauribile di conoscenza, anche quando si tratta di Bennie Wallace. Secoli e secoli di conoscenza umana su Bennie Wallace sono stati riversati, e vengono tuttora riversati, nella rete, ed è proprio per questo che è così difficile accedervi, poiché possiamo trovare luoghi in cui la navigazione può essere difficile o addirittura impraticabile. La nostra proposta è che non naufraghiate in un mare di dati riguardanti Bennie Wallace e che possiate raggiungere tutti i porti della saggezza in modo rapido ed efficiente.

Con questo obiettivo in mente, abbiamo fatto qualcosa che va oltre l'ovvio, raccogliendo le informazioni più aggiornate e meglio spiegate su Bennie Wallace. Abbiamo anche organizzato il sito in modo da renderlo facilmente leggibile, con un design minimalista e piacevole, assicurando la migliore esperienza d'uso e il più breve tempo di caricamento. Vi rendiamo tutto più semplice, in modo che l'unica cosa di cui dobbiate preoccuparvi sia imparare tutto su Bennie Wallace! Quindi, se pensate che abbiamo raggiunto il nostro scopo e sapete già quello che volevate sapere su Bennie Wallace, ci piacerebbe riavervi in questi mari calmi di sapientiait.com ogni volta che la vostra fame di conoscenza si risveglia.

Bennie Wallace (* del 18 ° novembre 1946 a Chattanooga , Tennessee ) è un americano di jazz - il sassofonista tenore .

Vivi e agisci

Bennie Wallace è cresciuto in Tennessee, influenzato dal rhythm and blues , dal bluegrass , dal gospel e dalla musica country del programma radiofonico Grand Ole Opry . Al liceo ha ascoltato i dischi di Sonny Rollins , Stanley Turrentine , John Coltrane e il compianto Eddie Lockjaw Davis . Nel frattempo, Wallace suonava blues e bebop ai concerti a Knoxville e dintorni. Attraverso la musica del Sud, relativamente isolata dalle influenze del New York scena jazz, ha trovato il suo proprio linguaggio musicale.

Ha suonato per la prima volta nei club della sua città natale Chattanooga , ha studiato clarinetto all'Università del Tennessee, dove ha studiato a. Ha preso lezioni da Bill Scarlett . Nel 1969 ha completato gli studi; Nel 1971 si trasferisce a New York , suona in circoli jazz d'avanguardia nella scena loft dell'epoca, dove conosce anche Tommy Flanagan , ma lavora anche con musicisti più tradizionali come Barry Harris , la big band di Buddy Rich , Monty Alexander e Sheila Jordan e il National Jazz Ensemble insieme. Le prime registrazioni furono fatte nel 1976 quando era nell'album dell'Oregon Friends , da ascoltare in "Gospel Song" e "First Thing in the Morning". Dal 1977 Bennie Wallace formò i suoi trii, che includevano Tommy Flanagan e bassisti come Glen Moore , Eddie Gomez , Dave Holland e batteristi come Eddie Moore , Jack DeJohnette , Elvin Jones e Billy Hart .

Le sue varie band sono state ampliate per includere solisti ospiti come Chick Corea , John Scofield e Jimmy Knepper . Inizia una lunga collaborazione con l'etichetta jazz di Monaco Enja ; tra il 1977 e il 1984 furono realizzati sette record. Nel 1985 debutta con la Blue Note Records , che lo fa conoscere ad un pubblico più vasto negli Stati Uniti e in Europa. The Art of the Saxophone (DEnon) del 1987 con i sassofonisti ospiti Oliver Lake , Jerry Bergonzi , Lew Tabackin e Harold Ashby si distingue dal suo lavoro discografico . Dal 1978 ha inciso anche registrazioni di Franco Ambrosetti , Chuck Marohnic , The George Gruntz Concert Jazz Band , Art Farmer , Mose Allison , UMO Jazz Orchestra ( Green & Yellow - Plays the Music of Bennie Wallace , 1987), Nancy King , Anthony Wilson ed Eric Watson coinvolti.

Wallace ha anche fatto alcune tournée europee e apparizioni in festival, tra cui con la George Gruntz Concert Jazz Band nel 1978. Tra il 1990 e il 1993 Wallace è stato coinvolto in progetti di musica da film in California, poi è tornato sulla scena jazz con un nuovo trio, nella cui musica ha suonato qualche suo titolo di musica da film integrato ( If I Lose ). Nel 1998 ha registrato un album di George Gershwin , Someone To Watch Over Me . Nel 2004 Wallace si è esibito al JazzFest di Berlino e ha studiato la musica di Coleman Hawkins . Nel campo del jazz , secondo Tom Lord , è stato coinvolto in 39 sessioni di registrazione tra il 1974 e il 2004.

La sua musica

Dal punto di vista dell'era swing ( Coleman Hawkins , Ben Webster ) il tradizionalista Bennie Wallace integra la tradizione hardbop di Sonny Rollins / John Coltrane con le influenze della musica del sud , come il blues e il gospel, le influenze rhythm and blues di Eddie Lockjaw Davis , street musica (come in Sweeping Through The City con il gruppo gospel The Wings Of Song e in Twilight Time con il musicista blues Stevie Ray Vaughan ).

Onori

Bennie Wallace ha ricevuto il German Record Award nel 1979 per il suo album di debutto The Fourteen Bar Blues (Enja).

Le sue registrazioni

Come leader

  • 1978: The Fourteen Bar Blues ( Enja ) con Eddie Gomez, Eddie Moore
  • 1978: Live at the Public Theatre (Enja) con Eddie Gomez e Dannie Richmond
  • 1980: Il libero arbitrio (Enja) con Tommy Flanagan, Dannie Richmond
  • 1981: Bennie Wallace interpreta il monaco (Enja) con Jimmy Knepper, Eddie Gomez, Dannie Richmond
  • 1982: Tango di Big Jim (Enja) con Dave Holland, Elvin Jones
  • 1982: The Bennie Wallace Trio e Chick Corea - Mystic Bridge (Enja) con Chick Corea, Eddie Gomez, Dannie Richmond
  • 1984: Sweeping Through The City (Enja) con John Scofield, Ray Anderson, Mike Richmond, Dennis Irvin, Tom Whaley
  • 1985: Twilight Time ( Blue Note Records ) con Ray Anderson, Dr. John, Jack de Johnette, Bob Cranshaw, Eddie Gomez, Stevie Ray Vaughan, John Scofield, Chris Parker
  • 1986: Brilliant Corners (Denon) con Yosuke Yamashita , Jay Anderson , Jeff Hirshfield
  • 1987: L'arte del sassofono (Denon) con Oliver Lake , Jerry Bergonzi , Lew Tabackin , Harold Ashby , John Scofield, Eddie Gomez, Dannie Richmond
  • 1987 Bordertown (Blue Note) con Ray Anderson, Dr. John, Eddie Gomez, John Scofield, Herlin Riley, Jay Anderson e altri
  • 1993: The Old Songs (Audioquest) con Lou Levy, Bill Huntington, Alvin Queen
  • 1993: The Talk Of The Town (Enja) con Jerry Hahn , Bill Huntington, Alvin Queen
  • 1998: Qualcuno che vegli su di me (Enja) con Mulgrew Miller, Peter Washington, Yoron Israel
  • 1998: Bennie Wallace (Beyond the Bluebird) (Audioquest 9) con Tommy Flanagan, Eddie Gomez, Alvin Queen
  • 1999: A Berlino con George Cables, Peter Washington, Herrlin Riley
  • 2001: Moodsville con Mulgrew Miller, Peter Washington, Lewis Nash
  • 2003: Nearness Of You (Enja) con Kenny Barron , Eddie Gomez
  • 2004: Disorder At the Border - Live At Jazzfest Berlin (Enja) Octet con Ray Anderson, Jesse Davis, Terell Stafford, Brad Leali, Adam Schroeder, Donald Vega, Danton Boller, Alvin Queen

Come sideman

  • 1976: Chuck Marohnic Quartet Copenhagen Suite (Steeple Chase)
  • 1978: Franco Ambrosetti L'incontro ravvicinato (Enja) con George Gruntz, Mike Richmond, Bob Moses
  • 1978: The George Gruntz Concert Jazz Band (MPS) su: George Gruntz: The MPS Years (1971-80)
  • 1987: Mose Allison : Sin dalla fine del mondo (Blue Note, 1987)
  • 1999: Eric Watson : Full Metal Quartet (Owl, 1999-2000)

Letteratura e fonti

link internet

Osservazioni

  1. a b Tom Lord : The Jazz Discography (online, accesso 26 novembre 2019)
  2. Il motivo per cui ha studiato Hawkins, che avrebbe compiuto 100 anni nel 2004, è stato il forte legame di Wallace con la tradizione dello swing e dei musicisti jazz mainstream : Non puoi raggiungere uno come Hawkins. Quello che puoi fare è lasciarti coinvolgere da un sentimento per la tradizione e la situazione sonora del presente - citato da B. Noglik, Jazzzeitung, 2006/11

Opiniones de nuestros usuarios

Fausto Bruni

Il linguaggio sembra vecchio, ma le informazioni sono affidabili e in generale tutto ciò che è scritto su Bennie Wallace dà molta fiducia, Ho trovato questo articolo su Bennie Wallace molto interessante

Davide Bonetti

Per quelli come me che cercano informazioni su Bennie Wallace, questa è un'ottima scelta

Agostino De Santis

Questo post su Bennie Wallace mi ha fatto vincere una scommessa, cosa meno per lasciare un buon punteggio per esso., L'informazione su Bennie Wallace mi ha fatto vincere una scommessa, cosa meno per lasciare un buon punteggio per esso., Corretto