Benjamin D. Santer



Internet è una fonte inesauribile di conoscenza, anche quando si tratta di Benjamin D. Santer. Secoli e secoli di conoscenza umana su Benjamin D. Santer sono stati riversati, e vengono tuttora riversati, nella rete, ed è proprio per questo che è così difficile accedervi, poiché possiamo trovare luoghi in cui la navigazione può essere difficile o addirittura impraticabile. La nostra proposta è che non naufraghiate in un mare di dati riguardanti Benjamin D. Santer e che possiate raggiungere tutti i porti della saggezza in modo rapido ed efficiente.

Con questo obiettivo in mente, abbiamo fatto qualcosa che va oltre l'ovvio, raccogliendo le informazioni più aggiornate e meglio spiegate su Benjamin D. Santer. Abbiamo anche organizzato il sito in modo da renderlo facilmente leggibile, con un design minimalista e piacevole, assicurando la migliore esperienza d'uso e il più breve tempo di caricamento. Vi rendiamo tutto più semplice, in modo che l'unica cosa di cui dobbiate preoccuparvi sia imparare tutto su Benjamin D. Santer! Quindi, se pensate che abbiamo raggiunto il nostro scopo e sapete già quello che volevate sapere su Benjamin D. Santer, ci piacerebbe riavervi in questi mari calmi di sapientiait.com ogni volta che la vostra fame di conoscenza si risveglia.

Benjamin D. Santer (nato il 3 giugno 1955 ) è un climatologo americano che lavora presso il Lawrence Livermore National Laboratory . La sua specialità è l'analisi statistica dei dati climatologici e l'indagine di fattori climatologicamente efficaci. Santer è uno degli scienziati più rispettati al mondo. Nel 2002 è stato il dodicesimo autore più citato sul riscaldamento globale. È stato l'autore principale coordinatore dell'ottavo capitolo della prima parte del secondo rapporto di valutazione IPCC dal 1995.

Vita e carriera

Santer è cresciuto nello stato del Maryland e si è trasferito con i suoi genitori in Germania all'età di 11 anni, dove ha frequentato per otto anni la Cornwall School di Dortmund gestita dall'esercito britannico . Ha conseguito la laurea in scienze ambientali. Il suo dottorato ha conseguito la laurea in Climatologia presso l' Università dell'East Anglia nel 1987 . Ha poi lavorato per cinque anni presso il Max Planck Institute for Meteorology di Amburgo, dove, in collaborazione con Klaus Ferdinand Hasselmann, ha sviluppato e applicato metodi statistici per la valutazione dei dati climatici.

Premi

Nel 1998, Santer è stato insignito della MacArthur Fellowship per la sua ricerca sul contributo umano al riscaldamento globale . Ha anche ricevuto l' Ernest Orlando Lawrence Award ; è stato insignito del "Distinguished Scientist Fellowship" dal Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti e ha ricevuto il Norbert Gerbier-MUMM Award dall'Organizzazione meteorologica mondiale . Nel 2011 è diventato AGU Fellow e membro della National Academy of Sciences .

link internet

letteratura

Evidenze individuali

  1. ^ Naomi Oreskes , Erik M. Conway , Il Machiavelli della scienza. La rete della negazione. Wiley-VCH , Weinheim 2014, pagina XV.
  2. Global Warming Top 25 Overall Classificato per citazioni totali, 1991-agosto 2001 ( Memento del 27 settembre 2006 in Internet Archive )
  3. Secondo stato di avanzamento dell'IPCC - Report of Working Group I (inglese; PDF; 53.6 MB)
  4. Benjamin Santer: Ultima Thule, la Guerra Fredda e il Muro di Trump . In: Scientific American , 11 gennaio 2019. Estratto il 19 gennaio 2019.
  5. a b Dott. Ben Santer . In: Muoversi per gradi . Media pubblici americani. Archiviato dall'originale il 26 giugno 2010. Estratto il 30 novembre 2013.
  6. ^ Stark, Anne M.: Ben Santer eletto borsista AGU . In: sito web del Lawrence Livermore National Laboratory . 8 aprile 2011. URL consultato il 1 agosto 2013 ( archiviato dall' url originale il 7 ottobre 2012).
  7. Benjamin D. Santer . In: Elenco dei membri . Accademia Nazionale delle Scienze. Estratto il 30 novembre 2013.

Opiniones de nuestros usuarios

Riccardo Aiello

Sono stato felice di trovare questo articolo su Benjamin D. Santer, Sono stato felice di trovare questo articolo su Benjamin D. Santer

Felice Biondi

Mio padre mi ha sfidato a fare i miei compiti senza usare affatto Wikipedia, gli ho detto che potevo farlo cercando in molti altri siti. Per mia fortuna ho trovato questo sito e questo articolo su Benjamin D. Santer mi ha aiutato a completare il mio compito. Ero quasi tentato di entrare in Wikipedia, dato che non riuscivo a trovare nulla su Benjamin D. Santer, ma per fortuna l'ho trovato qui, perché poi mio padre ha controllato la mia cronologia di navigazione per vedere dove ero stato. Ti immagini se entrassi in Wikipedia? Per fortuna ho trovato questo sito e l'articolo su Benjamin D. Santer qui. Ecco perché vi do le mie cinque stelle

Enzo Giorgi

Mi piace il sito, e l'articolo sulla Benjamin D. Santer è quello che stavo cercando

Calogero Rossini

Ho trovato le informazioni che ho trovato su Benjamin D. Santer molto utili e piacevoli. Se dovessi mettere un 'ma' forse sarebbe che non è abbastanza inclusivo nella sua formulazione, ma per il resto, è ottimo, L'articolo sulla Benjamin D. Santer è molto utile e piacevole