Benjamin Ben-Eliezer



Internet è una fonte inesauribile di conoscenza, anche quando si tratta di Benjamin Ben-Eliezer. Secoli e secoli di conoscenza umana su Benjamin Ben-Eliezer sono stati riversati, e vengono tuttora riversati, nella rete, ed è proprio per questo che è così difficile accedervi, poiché possiamo trovare luoghi in cui la navigazione può essere difficile o addirittura impraticabile. La nostra proposta è che non naufraghiate in un mare di dati riguardanti Benjamin Ben-Eliezer e che possiate raggiungere tutti i porti della saggezza in modo rapido ed efficiente.

Con questo obiettivo in mente, abbiamo fatto qualcosa che va oltre l'ovvio, raccogliendo le informazioni più aggiornate e meglio spiegate su Benjamin Ben-Eliezer. Abbiamo anche organizzato il sito in modo da renderlo facilmente leggibile, con un design minimalista e piacevole, assicurando la migliore esperienza d'uso e il più breve tempo di caricamento. Vi rendiamo tutto più semplice, in modo che l'unica cosa di cui dobbiate preoccuparvi sia imparare tutto su Benjamin Ben-Eliezer! Quindi, se pensate che abbiamo raggiunto il nostro scopo e sapete già quello che volevate sapere su Benjamin Ben-Eliezer, ci piacerebbe riavervi in questi mari calmi di sapientiait.com ogni volta che la vostra fame di conoscenza si risveglia.

Benjamin Ben-Eliezer ( ebraico ; * 12 febbraio 1936 a Bassora , in Iraq , come Fuad Ben-Eliezer ; 28 agosto 2016 a Tel Aviv ) era un soldato professionista israeliano , più recentemente con il grado di generale di brigata (Tat-Aluf), e successivamente un politico.

Vita

Benjamin Ben-Eliezer proveniva da una famiglia ebrea irachena . Nel 1949 giunse nel neonato Stato di Israele con la sua famiglia.

Carriera come ufficiale

Ben-Eliezer entrò nell'esercito (IDF) nel 1954 e nel 1958, dopo aver completato il servizio militare, iniziò la carriera come ufficiale di carriera. Ha prestato servizio nella Brigata Golani e si è laureato presso l'IDF Command and Staff College e Israel National Defense College. Durante la Guerra dei Sei Giorni nel 1967 ha comandato l' unità d'élite di Sajeret Schaked . Dal 1970 al 1973 è stato membro della missione militare dell'IDF a Singapore ; nella guerra dello Yom Kippur del 1973 comandò di nuovo le truppe israeliane e nel processo rimase ferito. Nel 1977 è stato nominato primo ufficiale comandante nel Libano meridionale durante la guerra civile libanese e ha agito come ufficiale di collegamento per le milizie libanesi cristiane . Dal 1978 al 1981 è stato il comandante delle truppe israeliane nella Cisgiordania occupata e nel 1983/1984 ha agito come coordinatore del governo per l' amministrazione militare "civile" nei territori palestinesi occupati .

Politico

Quando Aharon Abuchazira e altri mizrahim lasciarono il Partito religioso nazionale dominato dagli ashkenaziti e fondarono un nuovo partito, Tnu'at Masoret Jisra'el (Tami), nel 1981 , Ben-Eliezer si unì a loro. Ma prima delle elezioni parlamentari del 1984 ha cambiato partito e si è unito al partito Yachad appena fondato da Ezer Weizman . Per Yachad, Ben-Eliezer è stato eletto alla Knesset per la prima volta nello stesso anno . Un po 'più tardi, Yachad si è fusa con l'alleanza HaMa'arach . Quando l'alleanza crollò, Ben-Eliezer rimase con il partito più forte dell'ex Ma'arach, il partito laburista . In qualità di loro sostituto, è stato membro della commissione per gli affari esteri e la difesa fino al 1992 e della commissione per il lavoro e gli affari sociali fino al 1988. Dal 1992 fino a quando il governo guidato dal partito laburista non è stato votato fuori dal suo incarico nel 1996, Ben-Eliezer è stato ministro dell'edilizia abitativa, inizialmente sotto Yitzchak Rabin e, dopo il suo assassinio nel 1995, sotto Shimon Peres . Rabin ha inviato il suo confidente Ben-Eliezer, che parlava correntemente l'arabo, a Tunisi nel 1994 in missione segreta . Là è stato il primo ministro israeliano a negoziare con Yasser Arafat .

In qualità di ministro dell'edilizia abitativa, ha sempre promosso una politica espansiva degli insediamenti, soprattutto nella regione di Gerusalemme . Successivamente è stato nuovamente membro della commissione per gli affari esteri e la difesa. Nel luglio 1999 è tornato alla responsabilità del governo come ministro delle comunicazioni e vice primo ministro sotto Ehud Barak , e nell'agosto 2000 ha ripreso anche il dipartimento degli alloggi. Durante questo periodo è stato anche responsabile dell'elaborazione di un piano per la separazione dei territori palestinesi.

Dopo che Barak è stato eletto fuori carica e il governo di unità nazionale, compreso il Partito laburista, guidato da Ariel Sharon, è stato formato nel marzo 2001, Ben-Eliezer è diventato ministro della Difesa e ha quindi assunto una posizione chiave. Quando le dimissioni di Barak resero necessaria l'elezione del presidente del partito nel settembre 2001, Ben-Eliezer, che era considerato un falco all'interno del suo stesso partito , inizialmente sembrava essere di poco inferiore alla colomba Avraham Burg ; Tuttavia, le elezioni suppletive dovute a irregolarità hanno poi portato a un voto di maggioranza per Ben-Eliezer, e nel dicembre 2001 ha assunto formalmente la carica di presidente del partito.

In qualità di ministro della Difesa sotto il primo ministro Ariel Sharon, ha occasionalmente invocato mezzi diplomatici per risolvere il conflitto in Medio Oriente, ma essenzialmente ha sostenuto la rotta internazionalmente criticata di Sharon verso i palestinesi. Ha incontrato la resistenza del suo stesso partito, che ha accusato i suoi ministri, soprattutto Ben-Eliezer, di tradire i principi del partito e più volte li ha invitati a lasciare il governo. La rottura definitiva con Sharon e le dimissioni di Ben-Eliezer e del resto dei ministri del Partito Laburista dal governo si è verificata nell'ottobre 2002 a causa di gravi differenze rispetto al bilancio 2003, che da un lato hanno portato, tra l'altro, a tagli drastici. pianificato nell'area sociale, ma d'altra parte ha continuato a fornire alti sussidi per gli insediamenti ebraici nei territori palestinesi, che il Partito laburista ha respinto. Nel novembre 2002, Ben-Eliezer ha perso anche la presidenza del partito: con solo il 37% circa dei voti, è stato chiaramente sconfitto dal suo sfidante Amram Mitzna nell'elezione della nuova direzione del partito .

Dopo che il suo partito ha stretto un'alleanza con il partito di sinistra Meimad per le elezioni alla Knesset del 2003 , Ben-Eliezer ha fatto parte della fazione laburista Meimad alla Knesset. Nel gennaio 2005 è stato nominato Ministro delle Infrastrutture. Gravi accuse sono state fatte contro di lui nel 2007. Si dice che abbia commesso o ordinato atrocità contro prigionieri di guerra egiziani durante la Guerra dei Sei Giorni nel 1967. Di conseguenza, ha annullato un viaggio in Egitto per paura di essere arrestato. Dopo le elezioni alla Knesset del 2009 , è diventato ministro del Commercio e dell'Industria nel 2 ° gabinetto di Benjamin Netanyahu . Quando il suo compagno Ehud Barak ha lasciato il partito laburista nel 2011 e ha fondato il partito Ha'Atzma'ut , Ben-Eliezer ha lasciato il suo incarico ministeriale. Nelle elezioni della Knesset del 2013 , è stato rieletto per il partito laburista, ma si è dimesso dal suo seggio nel dicembre 2014 a causa di una malattia.

Ben-Eliezer ha vissuto l'ultima volta a Rishon LeZion . Era sposato e aveva cinque figli.

Caratteri

  • : ( Fuad: Ke-neged kol ha-sikujim ). Jedi'ot Acharonot, Tel-Aviv 2005 (autobiografia, ebraico).

letteratura

link internet

Commons : Binyamin Ben-Eliezer  - Raccolta di immagini, video e file audio

Prove individuali

  1. ^ A b Jonathan Lis: Benjamin Ben-Eliezer, 1936-2016: da Scared Iraqi Immigrant Boy a un gigante politico israeliano . In: Haaretz , 28 agosto 2016.
  2. Sami Shalom Chetrit: Mizrahi Politics in Israel. Tra integrazione e alternativa . In: Journal of Palestine Studies , Vol.29, (2000), No.4, pp. 51-65.
  3. ^ Peter Ezra Weinberger: cooptare l'OLP. Una ricostruzione critica degli accordi di Oslo, 1993-1995 . Lexington Books, Lanham 2006, ISBN 0-7391-1017-9 , p. 108.
  4. Il testimone incrimina Ben-Eieser. Secondo quanto riferito, il ministro israeliano ha sparato ai prigionieri . In: Süddeutsche Zeitung, 17./18. Marzo 2007, p. 12.

Opiniones de nuestros usuarios

Angela Rosa

Trovo molto interessante il modo in cui è scritto questo post sulla Benjamin Ben-Eliezer, mi ricorda i miei anni di scuola. Che bei tempi, grazie per avermi riportato lì

Donato Santoro

Grande scoperta questo articolo su Benjamin Ben-Eliezer e tutta la pagina. Va direttamente nei preferiti, Grande scoperta questo articolo su Benjamin Ben-Eliezer e tutta la pagina

Silvio Ferrante

Non so come sono arrivato a questo articolo sulla Benjamin Ben-Eliezer, ma mi è piaciuto molto

Vincenzo Pisano

È un buon articolo sulla _variabilità. Dà le informazioni necessarie, senza eccessi