Bengt Holmström



Internet è una fonte inesauribile di conoscenza, anche quando si tratta di Bengt Holmström. Secoli e secoli di conoscenza umana su Bengt Holmström sono stati riversati, e vengono tuttora riversati, nella rete, ed è proprio per questo che è così difficile accedervi, poiché possiamo trovare luoghi in cui la navigazione può essere difficile o addirittura impraticabile. La nostra proposta è che non naufraghiate in un mare di dati riguardanti Bengt Holmström e che possiate raggiungere tutti i porti della saggezza in modo rapido ed efficiente.

Con questo obiettivo in mente, abbiamo fatto qualcosa che va oltre l'ovvio, raccogliendo le informazioni più aggiornate e meglio spiegate su Bengt Holmström. Abbiamo anche organizzato il sito in modo da renderlo facilmente leggibile, con un design minimalista e piacevole, assicurando la migliore esperienza d'uso e il più breve tempo di caricamento. Vi rendiamo tutto più semplice, in modo che l'unica cosa di cui dobbiate preoccuparvi sia imparare tutto su Bengt Holmström! Quindi, se pensate che abbiamo raggiunto il nostro scopo e sapete già quello che volevate sapere su Bengt Holmström, ci piacerebbe riavervi in questi mari calmi di sapientiait.com ogni volta che la vostra fame di conoscenza si risveglia.

Bengt Robert Holmström (nato il 18 aprile 1949 a Helsinki ) è un economista finlandese e professore al Massachusetts Institute of Technology . Nel 2016 lui e Oliver Hart hanno ricevuto l' Alfred Nobel Memorial Prize for Economics per "Contributions to Contract Theory ".

Vita

Bengt Holmström ha completato la sua formazione universitaria con le materie matematica, fisica e statistica nel 1972 con un Bachelor of Science presso l' Università di Helsinki . Ha poi continuato a studiare ricerca operativa presso la Stanford University , dove ha conseguito un Master of Science nel 1975 . Rimase poi all'università per altri tre anni e conseguì il dottorato di ricerca. Holmström ha poi insegnato per un anno alla Swedish School of Economics and Business Administration . Nel 1979 è tornato negli Stati Uniti, dove ha insegnato economia aziendale alla Northwestern University, prima come docente e dal 1980 come professore associato . Nel 1983 ha lasciato la Northwestern University ed è andato alla Yale University come professore di economia e organizzazione. Nel 1997 è diventato professore di economia al Massachusetts Institute of Technology .

Oltre al suo impiego come professore ordinario, Bengt Holmström ha ricoperto diverse cattedre in visita. Ad esempio dal 1985 al 1986 all'Università di Stanford, dal 1991 al 1992 all'Università di Commercio di Helsinki , dal 1996 al 1999 all'Università di Commercio di Stoccolma , dal 1999 all'Università di Helsinki e nell'autunno 2006 all'Università di Chicago .

Holmström è stato membro del consiglio di amministrazione di Nokia dal 1999 al 2012 ed è membro del consiglio di amministrazione della Aalto University fino ad oggi .

Holmström è sposato con Anneli, nata Kuusakoski, e hanno un figlio Sam, nato nel 1974.

abbonamenti

Ha ricevuto diversi dottorati honoris causa dalla Stockholm School of Commerce (1998), dalla Swedish School of Commerce e dall'Università di Vaasa (1988). È membro dell'Accademia americana delle arti e delle scienze dal 1993 e dell'Accademia delle scienze finlandese dal 2007 . È anche membro dell'Accademia reale svedese delle scienze .

Lavoro scientifico

Con i risultati della sua ricerca, Holmström ha contribuito a creare una migliore comprensione dei fattori comportamentali nei contratti di lavoro, in particolare nei contratti di top management, nella comunità scientifica e nella pratica aziendale.

Nel loro libro Economics, Organization and Management, Paul Milgrom e John Roberts (1992) identificano quattro principi di redazione del contratto (1. Principio di Informativeness, 2. Principe Incentive-Intensity, 3. Principio di Monitoring-Intensity, 4. Principio di Equal Compensation ).

Il principio di "informatività" è stato sviluppato da Hölmström e pubblicato nel 1979 nella sua opera Moral Hazard and Observability . Viene utilizzato quando i datori di lavoro (principali) e i dipendenti (agenti) non hanno lo stesso livello di informazioni sulle possibili prestazioni future potenziali. Tale principio afferma sostanzialmente che nei contratti di lavoro con retribuzione variabile per dipendenti e dirigenti devono essere presi in considerazione tutti gli indicatori di performance che contengono informazioni aggiuntive sull'effettivo livello di performance raggiunto dal dipendente o dal dirigente. Tuttavia, il principio prevede anche che la remunerazione variabile utilizzi esclusivamente indicatori di performance che contengano informazioni che possono essere influenzate dal dipendente o dall'alta direzione.

Con questi risultati, Holmström ha posto le basi teoriche per l'applicazione del relativo indicatore di performance nel top management delle aziende. Ciò afferma che l'alta direzione dovrebbe essere incentivata con un indicatore di performance relativa a lungo termine come parte della loro remunerazione variabile. L'utilizzo di un relativo indicatore di performance garantisce, da un lato, ai vertici aziendali di non essere puniti, nell'ambito della remunerazione variabile, da eventi sui quali non hanno avuto influenza nell'ambito della propria attività contrattuale (oscillazioni dei tassi di cambio, politica monetaria della banca centrale, recessioni, ecc.). Dall'altro, assicura agli azionisti della società che il top management non venga remunerato nell'ambito della remunerazione variabile attraverso eventi sui quali non ha avuto influenza nell'ambito delle loro attività contrattualmente definite (oscillazioni dei tassi di cambio, politica monetaria della centrale banca, boom economico, ecc.). Nel suo lavoro, Holmström è stato in grado di dimostrare che l'uso di indicatori di performance relativi per il top management porta da un lato a una riduzione del rischio retributivo, e dall'altro indicatori di performance più "informativi" portano a migliori risultati a breve termine e decisioni gestionali a lungo termine. Ernst Fehr ha sviluppato il Market Adjusted Performance Indicator (MAPI) sulla base delle conoscenze teoriche sull'indicatore di performance relativo di Holmström, che dovrebbe consentire un'implementazione pratica del concetto di remunerazione della performance nella remunerazione del management delle società.

Nel modello Holmström che porta il suo nome, si occupa del problema dell'azione nascosta dell'impiego del lavoro da parte dei dipendenti. Un problema particolare qui è il "costo marginale dello sforzo lavorativo".

link internet

Commons : Bengt Holmström  - raccolta di immagini, video e file audio

Note a piè di pagina

  1. a b MIT Economics: Bengt Holmstrom. In: economics.mit.edu. Estratto il 10 ottobre 2016 .
  2. ^ Premio Sveriges Riksbank per le scienze economiche in memoria di Alfred Nobel 2016. In: http://www.nobelprize.org . Nobel Media AB, 10 ottobre 2016, accesso 10 ottobre 2016 .
  3. Notifica di recesso (inglese)
  4. http://www.engadget.com/2012/01/26/nokia-plans-board-of-directors-refresh-chairman-to-step-down/
  5. Breve introduzione (inglese) , curriculum vitae (inglese) , pubblicazioni (MIT)
  6. CURRICULUM VITAE - Agosto 2013 - BENGT ROBERT HOLMSTROM
  7. Bengt Holmström: Pericolo morale e osservabilità. In: The Bell Journal of Economics. 1979 Copia archiviata ( Memento del 4 agosto 2016 in Internet Archive )
  8. Adriano B. Lucatelli: «Gli scambi rispecchiano tutta la verità» www.finews.ch , 26 febbraio 2016, consultato il 16 febbraio 2017
  9. [1]

Opiniones de nuestros usuarios

Attilio Silvestri

Molto interessante questa voce su Bengt Holmström, Pensavo di sapere già tutto su Bengt Holmström, Molto interessante questa voce su Bengt Holmström

Tiziana Gallo

Grande post su Bengt Holmström, Grande post su Bengt Holmström